Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Aleppo: allarme UNICEF, 4000 bambini in pericolo, Damasco canta vittoria

ROMA, 22 DICEMBRE – “Ad Aleppo ci sono ancora 4000 bambini che hanno bisogno di aiuto”.  Bambini intrappolati ad Aleppo Est e che rischiano di morire. E’ l’allarme lanciato dal portavoce di Unicef Italia, Andrea Iacomini nel giorno
dell’#AleppoDay.

“Sono in quel che resta della città, molti sono orfani e senza famiglia, hanno bisogno di aiuto immediato o rischiano la morte”. Mentre l’evacuazione continua, “notizie non
confermate riportano anche di bambini e civili morti sui bus a causa del sovraffollamento: un fatto orribile. Occorre vigilare perché certi fatti, se confermati, non si verifichino, sarebbe paradossale, disumano”.

Mentre l’ONU si attrezza con una commissione ad hoc per indagare e mettere sotto processo chi ha commesso crimini di guerra e contro i diritti umani in Siria, Damasco canta vittoria per la “liberazione” di Aleppo appoggiata da Iran e Russia. Sono almeno dieci i bambini uccisi nelle ultime ore in raid aerei turchi a est di Aleppo in una località controllata dall’Isis in quella che viene definita “lotta al terrorismo”.

L’allarme dell’Unicef è stato oggi accompagnato dal lancio di una campagna di sensibilizzazione per i bambini di Aleppo. L’#AleppoDay è stato ricordato dal Trentino alla Calabria, passando per Roma, dove l’Unicef ha invitato a una mobilitazione pubblica a Piazza del Popolo, evocando il simbolo della coperta da
esporre da balconi e finestre.

L’evacuazione forzata degli ultimi civili e miliziani da Aleppo est sembra intanto giunta al termine. Il comitato internazionale della Croce Rossa afferma che 34mila persone sono state evacuate finora, e stanotte 4mila miliziani. Il governo
turco, che ha partecipato alla stesura dell’accordo di resa, parla del trasferimento di 40mila persone. L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), riferisce di 27mila evacuati da giovedì a oggi. L’evacuazione ha riguardato anche centinaia di civili da due località sciite assediate da insorti anti-regime.

Il presidente siriano Bashar al-Assad si mostra vittorioso su un Paese in gran parte
distrutto e con una popolazione infantile fortemente esposta al dramma della guerra. Soltanto per quanto riguarda Aleppo, l’Unicef ricorda che molti bambini sono rimasti orfani, mentre “si hanno notizie non confermate di minori morti sui bus dell’evacuazione a causa del sovraffollamento”. Per l’organizzazione umanitaria internazionale Save The Children, tra gli sfollati di Aleppo est “migliaia sono bambini e neonati, in condizioni di estrema vulnerabilità anche per il freddo ed il gelo, spesso malnutriti, dopo mesi sotto assedio senza cibo adeguato”. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts