Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Lago Ciad: Amb. Isopi a Vita, Italia in prima linea per rifugiati e sfollati

YAOUNDE’, 20 GENNAIO – Quella del Lago Ciad è una delle crisi umanitarie meno finanziate al mondo. Per Samuela Isopi, ambasciatrice italiana in Camerun con delega su Ciad, Repubblica Centrafricana e Guinea Equatoriale, “la stabilità e lo sviluppo economico del Camerun e dell’intera sotto-regione sono cruciali per il futuro dell’Africa centrale e del Sahel”. In una intervista con Vita, Isopi ha aggiunto che “l’Italia pronta a fare la sua parte per aiutare sfollati e rifugiati nel Lago Ciad”.

Dal 2014, il movimento jihadista di origine nigeriana Boko Haram ha fatto oltre 1.500 morti (di cui 1.400 civili), gettando sulle strade 200mila sfollati camerunensi e circa 85mila rifugiati nigeriani. Di fronte alla minaccia salifita, il governo italiano ha approvato un Programma di intervento regionale per fornire protezione e assistenza umanitaria nelle aree più colpite dallo scontro che oppone Boko Haram agli Stati del Lago Ciad. Su otto milioni di euro di finanziamento, sei andranno a finire in Nigeria e Niger, gli altri tre in Camerun (Estremo Nord) e in Ciad: due paesi che, con la Guinea Equatoriale, rientrano nelle sfere di competenza della Isopi, nominata tre anni fa ambasciatrice italiana a Yaoundé dopo esser stata, tra l’altro vicecapo missione all’Ambasciata d’Italia a Kabul.

Samuela Isopi e’ un’ambasciatrice in prima fila. Nell’intervista a Vita, al termine di una sua recente missione effettuata nel Nord Camerun assieme ad una delegazione del governo camerunense, spiega perché l’Italia deve stare al fianco del popolo camerunense in un paese che, nonostante le tensioni che stanno colpendo anche alcune regioni anglofone e un clima politico che non favorisce l’emergere di una nuova classe dirigente, “dispone di potenzialità umane ed economiche straordinarie che pochi paesi africani possono vantare”.

Per leggere l’intervista di Samuele Isopi a Vita, cliccare qui. (@OnuItalia)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts