Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sindacati uniti a Lampedusa per Meeting Mediterraneo

LAMPEDUSA, 2 FEBBRAIO – Per dare una risposta a “chi nel mondo oggi vuole alzare muri e barriere”, il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, ha riunito a Lampedusa i sindacalisti di altri sette Paesi del mediterraneo organizzando il primo Meeting Internazionale ‘per un mare di pace e lavoro’.

Allo stesso tavolo, con i rappresentanti italiani, sindacalisti israeliani e palestinesi, di Tunisia (con Hassine Abbassi, premio Nobel 2015 per la Pace con il “National Dialogue Quartet” tunisino), Algeria, Marocco, Egitto, Libia (con Nermin Sharif, la prima donna segretario generale di un Paese del Nord Africa) e i rappresentanti di quattro religioni.

lampedusa

Obiettivo e’ creare una rete di forze sociali che possa rilanciare il dialogo tra Paesi che vivono “una condizione di crisi emblematicamente e tristemente rappresentata dall’esodo di popolazioni che, attraversando questo mare – scrivono in un documento congiunto i sindacati degli 8 Paesi – cercano di fuggire dalle miserie e dalle persecuzioni, affidandosi a
mercanti di morte che ne sfruttano il dolore”. I sindacalisti chiedono “più coraggio e più determinazione”; di affrontare l’emergenza migranti con un “nuovo approccio” che non sia “basato solo sulla sicurezza” ma “inclusivo”, che integri la dimensione economica, sociale, culturale”; una “accoglienza intelligente e solidale”, a cui affiancare il lavoro per “costruire opportunità di crescita e di occupazione in quei territori da cui partono i flussi migratori”. Obiettivi che puntano anche a creare le
condizioni “per un efficace contrasto della delinquenziale opera
degli scafisti”.

Barbagallo vuole che il progetto nato a Lampedusa possa crescere nel tempo: punta ad “allargarlo ad altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, come Spagna, Grecia, Turchia. Ed anche alla Siria appena le difficili condizioni del Paese lo consentiranno”, oltre che agli altri sindacati italiani. L’evento di Lampedusa si ripeterà “una volta l’anno”, “a turno” nei diversi Paesi coinvolti, magari nella stessa data del 2 febbraio,all’insegna dei valori della cooperazione, della solidarietà, e dello sviluppo”.

Per leggere il testo dell’accordo, cliccare qui.  (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts