Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gen Graziano all’UNIFIL, Italia in prima linea per stabilita’ Medioriente

NAQOURA, 21 FEBBRAIO – L’Italia è in prima linea nel sostenere la stabilità di tutto il Medio Oriente e, in particolare, del Libano, “paese che più di altri continua a esprimere la cultura della convivenza”: lo ha detto il generale Claudio Graziano, capo di Stato maggiore della Difesa, a una rappresentanza degli oltre mille soldati italiani impegnati nel sud del Libano nella missione Onu (Unifil) a ridosso della Linea Blu di separazione con Israele.

Nell’incontro con i caschi blu italiani il Capo di Stato Maggiore della Difesa ha sottolineato l’importanza del ruolo che l’Italia ha sempre avuto in questa parte del mondo: “Siamo qua dal 1978 con la componente elicotteri, dall’82 con la missione guidata dal generale Angioni, dal 2006 con Unifil, adesso anche con la missione bilaterale MIBIL che è particolarmente significativa. In questo momento – ha sottolineato il generale Graziano – in cui si diffondono nuove minacce che destabilizzano intere aree, la vostra presenza qui garantisce una stabilità fondamentale”.

Il generale Graziano dal 2007 al 2009 ha ricoperto l’incarico di Head of Mission e Force Commander della Missione in Libano, dando il via, di fatto, alla missione ONU dopo la Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, avviando altresì gli incontri “tripartito” riuscendo a far sedere per la prima volta allo stesso tavolo rappresentanti militari sia israeliani sia libanesi, con UNIFIL quale mediatore. La prima giornata della visita ha portato il generale a Naqoura, dove ha sede il comando generale di Unifil. Da lì Graziano si è spostato nella base militare di Shamaa, sede del comando italiano, dal 2006 responsabile del settore occidentale dell’area di responsabilità della missione Onu.

L’attuale missione italiana in Libano è affidata alla Brigata di cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, al suo quinto mandato nella terra dei cedri, con il compito di far rispettare la Risoluzione 1701 e in particolare: monitorare la cessazione delle ostilità, assistere le Forze Armate Libanesi (LAF) e supportare la popolazione locale. Il tour nel Libano del Sud si è concluso con la visita alla sede e al personale della Missione Militare Bilaterale Italiana in Libano (MIBIL) accolto dal comandante, colonnello Salvatore Paolo Radizza, che ha illustrato all’Autorità le attività in corso e prospettive future dell’iniziativa lanciata nel 2014 in sinergia con il Ministero degli Esteri.

La MIBIL ha il compito di sviluppare, coordinare e condurre programmi di formazione e addestramento in favore delle Forze Armate Libanesi (LAF) e delle Forze di Sicurezza locali, al fine di incrementarne le capacità complessive. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts