Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sudan: accordo tra Italia e UNFPA per prevenzione cancro femminile

cancro

KHARTOUM, 21 FEBBRAIO – Un nuovo accordo per lanciare l’iniziativa “Prevenzione del cancro della cervice uterina in Sudan” e’ stato firmato dall’ambasciatore italiano in Sudan, Fabrizio Lobasso e il rappresentante paese del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (Unfpa), Lina Mousa. Il progetto, finanziato dall’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo (Aics) per un importo di 400 mila euro, avrà inizio il prossimo mese di marzo e avrà la durata di un anno.

Rinnovando il suo impegno nel sostenere la salute delle donne in Sudan, l’Agenzia continua la sua attiva collaborazione con Unfpa per dare una risposta ai bisogni della popolazione, con particolare attenzione nel migliorare la salute delle donne, nel quadro dell’aiuto umanitario e dello sviluppo, utilizzando l’esperienza  guadagnata sul campo.

L’iniziativa si inserisce nella “Strategia 10 anni in 5 per la salute riproduttiva, materno- infantile, di bambini e adolescenti”, lanciata recentemente in Sudan nel Piano nazionale della salute pubblica, che mira a diminuire i tempi per un accesso universale al diritto alla salute. Ridurre l’incidenza del cancro alla cervice nell’aree individuate (Stati di Kassala, Gedaref e Red Sea) attraverso l’incremento dei test necessari alla prevenzione, seguiti da eventuale trattamento adeguato, sono gli obiettivi del programma, che vedrà la collaborazione dello Stato federale della Sanità con gli omonimi statali e le organizzazioni della società civile degli stati. Secondo le stime del progetto sono circa 600 mila le donne che beneficeranno delle attività di sensibilizzazione nelle comunità, circa 60 mila quelle che saranno sottoposte ai controlli mirati e circa 600 quelle che avranno accesso a trattamenti terapeutici specifici.

“Attraverso questa iniziativa vogliamo sottolineare l’importanza del ruolo della donna nella società sudanese e dare loro  un’opportunità in più per migliorare il loro futuro”, ha dichiarato l’ambasciatore Lobasso. Lina Mousa ha espresso poi il suo ringraziamento per il generoso contributo offerto dall’Italia nel sostenere la salute riproduttiva in Sudan. La prevenzione del cancro e della cervice uterina la sua tempestiva diagnosi sono componenti strategiche del Piano nazionale per la salute riproduttiva e, a tal riguardo, la stessa Mousa ha voluto esprimere soddisfazione al Sudan per averne riconosciuto l’importanza. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts