Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Premi Leonardo, Giro: il mio appoggio a Calenda per Magna Charta dello sviluppo

ROMA, 2 MARZO – “Una Magna Charta per lo sviluppo”. Il vice ministro degli esteri, Mario Giro, plaude alle parole del ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, a margine della cerimonia di consegna del Premio Leonardo, che da oltre venti anni riconosce e premia il talento di imprese, imprenditori, manager e uomini di cultura con l’obiettivo di dare rilevanza nazionale ed internazionale alle tante straordinarie eccellenze del Made in Italy.

“Oggi Carlo Calenda, ministro dello sviluppo economico, ha fatto un discorso importante sullo stato della politica industriale italiana. Erano anni che non si sentiva una lettura così lucida e completa sullo stato della nostra manifattura e sulle sue prospettive: una Magna Charta dello sviluppo”, ha detto Mario giro, spiegando che “Calenda, rifiutando facili ottimismi governativi o pessimismi dell’opposizione, ha percorso la situazione attuale di una globalizzazione in difficoltà ma che resiste e che rimane il quadro in cui ci muoviamo”.

Per Giro, il ministro dello sviluppo economico “ha ammesso che una visione che diviene ideologia muore, commentando l’incapacità occidentale di spiegare ciò che accade ma soprattutto di governare i processi. Sono d’accordo con lui: la complessità non deve farci paura – prosegue il vice ministro – e si può spiegare agli italiani. Mettendo da parte falsi trionfalismi, Calenda ha delineato una linea di condotta per le nostre imprese, tra eccellenza e resilienza”.

Mario Giro è convinto che “si tratta di una sfida da vincere assieme: i piani Made in Italy e Industria 4.0 sono stati infatti costruiti assieme al settore privato, ai sindacati, ai ministeri: mi pare questa la giusta visione sia del lavoro svolto – continua il vice ministro – sia di ciò che resta da fare per mettere l’Italia in sicurezza. Con Carlo abbiamo lavorato insieme in questi anni e continueremo a farlo. Mi pare – conclude Giro – che egli sia l’unico che abbia la lucidità e la determinazione giuste per alzare il livello dell’economia italiana, anticipare gli eventi e spronarla a resistere in tempi complessi”.

La cerimonia ospitata al Quirinale ha visto il presidente di Brembo, Alberto Bombassei, vincere il ‘Premio Leonardo 2016’. Il Comitato Leonardo ha assegnato il riconoscimento ‘Qualità Italia’ al gruppo marchigiano Elica, al gruppo Maccaferri, al gruppo Veronesi, ed alla Masi Agricola. Il premio ‘International 2016’ va a Jeffrey S. Lorberbaum, presidente e CEO di Mohawk Industries; nel mondo dell’innovazione, il premio ‘Start Up 2016’ è stato assegnato a ValueBioTech. (@matteomeloni)

The following two tabs change content below.

Matteo Meloni è stato collaboratore dell’Ufficio Stampa e Comunicazione della Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York. Giornalista dal 2009, si occupa di politica estera, diplomazia e comunicazione internazionale. MA in Communication for International Relations, IULM University, Milan MA in Politics and International Studies, University of Cagliari

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Matteo Meloni

Matteo Meloni è stato collaboratore dell'Ufficio Stampa e Comunicazione della Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York. Giornalista dal 2009, si occupa di politica estera, diplomazia e comunicazione internazionale. MA in Communication for International Relations, IULM University, Milan MA in Politics and International Studies, University of Cagliari Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*