Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Missili nord-coreani: dura posizione italiana nel CdS

NEW YORK, 8 MARZO – I quindici membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, tra cui l’Italia, che ne fa parte dal primo gennaio, hanno tenuto una seduta di emergenza a seguito del lancio, il 6 marzo scorso, di una batteria di almeno quattro missili balistici a media gittata da parte della Corea del Nord. Facendo seguito alla condanna espressa in un comunicato della Farnesina, l’Italia si è detta molto preoccupata per le ripetute e flagranti violazioni da parte del regime di Kim Jong-un delle risoluzioni del CdS che mettono a rischio la pace e la sicurezza internazionali, sfidando il regime internazionale di non-proliferazione e innalzando la tensione nella regione.

Durante le consultazioni tra i quindici, l’ambasciatore Sebastiano Cardi ha richiesto che la Corea del Nord abbandonasse immediatamente lo sviluppo del suo programma nucleare. Inoltre, in quanto presidente del comitato sanzioni del Consiglio di Sicurezza, Cardi si è rivolto a tutti i membri delle Nazioni Unite per richiedere la piena attuazione delle risoluzioni del Consiglio. Un efficace regime di sanzioni, ha detto, “è cruciale per impedire lo sviluppo dei programmi nucleare e missilistico della Corea del Nord, spingere Pyongyang a cambiare il proprio atteggiamento e aprire il cammino a una soluzione pacifica per la penisola coreana e l’intera regione.”

OI

 

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts