Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Italia-Giordania: firmato memorandum d’intesa per 162,8 milioni di euro nel triennio 2017-2019

AMMAN, 11 MARZO – Il Direttore generale della Cooperazione italiana allo sviluppo, Pietro Sebastiani, e il Ministro della Pianificazione e Cooperazione internazionale giordano, Emad Najib Fakhouri, hanno firmato un memorandum d’intesa che pianifica gli aiuti italiani per il triennio 2017-2019.

L’intesa prevede contributi di circa 19 milioni di euro a dono e un pacchetto di aiuti di 143,8 milioni di “soft loan” atti a finanziare vari progetti di sviluppo, di cui 85 milioni di euro in prestiti a sostegno del bilancio e 58,8 milioni di euro per una serie di interventi in settori prioritari che saranno identificati in base alle esigenze di sviluppo giordano. Il protocollo fa anche riferimento ad ulteriori aiuti umanitari per circa 6 milioni di euro, oltre a prospettive di programmi di riconversione del debito con l’Italia per sostenere altri progetti. 

La firma del memorandum è avvenuta al termine di un incontro bilaterale al quale ha preso parte anche l’Ambasciatore d’Italia ad Amman, Giovanni Brauzzi, durante il quale si sono discusse questioni e modalità della cooperazione e del sostegno reciproco. Fakhouri ha annunciato che la Cooperazione italiana aprirà un ufficio ad Amman.

“L’accordo – ha affermato il Ministro Fakhouri – si propone di rafforzare la cooperazione bilaterale tra i due Paesi e di contribuire al raggiungimento degli obiettivi riportati sia nel programma esecutivo di sviluppo per il 2017-2019, che nel Jordan Response Plan alla crisi dei rifugiati relativo allo stesso periodo”. Il Ministro ha poi ricordato che i progetti da finanziare attraverso il programma di aiuti italiano rientrano nell’ambito di priorità strategiche, quali lo sviluppo sostenibile, gli investimenti in risorse umane e la governance e ha ringraziato il Governo italiano per il sostegno mirato a promuovere, sostenere e potenziare lo sviluppo economico-sociale della Giordania e la sua resilienza, nonché per la comprensione delle sfide che il Paese vive data la difficile congiuntura regionale.

Da parte sua, il Direttore Sebastiani ha elogiato gli sforzi della Giordania nell’ospitare i profughi in queste difficili circostanze e nel costruire la pace e la prosperità nella regione. Inoltre, ha sottolineato la partnership che lega i due Paesi grazie alle solide relazioni tra entrambe le leadership, evidenziando l’impegno del Governo italiano a sostenere gli sforzi della Giordania e a fornire un rilevante aiuto per mantenerne la stabilità economica in queste circostanze eccezionalmente difficili, permettendole, al tempo stesso, di affrontare e superare le sfide poste dalla crisi siriana e dal conflitto regionale. Sebastiani ha infine elogiato la Giordania come modello nella regione, riaffermando che l’Italia continuerà a promuovere ogni iniziativa che rafforzi le già eccellenti relazioni bilaterali. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts