Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Con la Fiera alla ricerca dei talenti, si chiude il Festival delle Carriere internazionali

Carriere

(di Maria Novella Topi) – ROMA, 14 MARZO – C’è chi è venuto da lontanissimo, chi da un quartiere di Roma, ma la curiosità, l’entusiasmo e la speranza sono gli stessi. I ragazzi del Festival delle Carriere Internazionali, che si sono dati appuntamento a Roma dalll’11 al 14 marzo, sono stati attratti da un evento che rappresenta un’occasione di opportunità lavorative e di confronto tra studenti che vorrebbero volare più alto di quanto è loro consentito nei  paesi di origine.

Carriere

Uno stand

Con la Fiera delle Carriere – vero e proprio talent scout di giovani che vogliano lavorare liberi dai confini nazionali – si è chiusa oggi l’ottava edizione del Festival che ha richiamato a Roma da tutto il mondo oltre 2000 ragazzi. Istituzioni, organizzazioni internazionali, ong, hanno acquisito curriculum, incontrato ragazzi, registrato inclinazioni, obiettivi, sogni.

Carriere

Relax tra un colloquio e l’altro

Nell’ultimo giorno del Festival, Save the Children e numerosi Atenei italiani, UNICEF e WFP, ISPI e Commissione Europea, Banca Mondiale e Business School – solo per citare alcuni ‘espositori’ – hanno indossato i panni dei cacciatori di teste offrendo ai ragazzi presenti quell’ascolto che per moltissimi non si concretizza mai.

Nel corso dei quattro giorni dell’evento i ragazzi hanno simulato i lavori di una seduta dell’Assemblea Generale o del Consiglio di Sicurezza dell’ONU (progetto RomeMUN), hanno indossato i panni del giornalista (progetto Rome Press Game), si sono comportati da protagonisti nel mondo dell’economia e management (progetto Rome Business Game), hanno affrontato le tematiche della diplomazia internazionale (progetto International Careers Course). Guidati dai ragazzi dell’Associazione Giovani nel Mondo (che ha organizzato l’evento insieme con l’Università degli Studi Internazionali di Roma UNINT, che l’ha ospitata), i giovani hanno lavorato, imparato e si sono sfidati sul campo.

Carriere

Lo staff

C’è stato persino un punto di contatto importante con la cronaca internazionale di questi giorni, quando alcuni di loro hanno intervistato gli ambasciatori di Olanda e Turchia in Italia, paesi tra i quali, come si sa, è in corso una escalation di tensioni. E che nel parlare di lotta al terrorismo hanno tralasciato di affrontare i motivi che in questi giorni vedono i loro paesi su sponde opposte in un braccio di ferro che non sembra attenuarsi.

Carriere

Gli espositori

Nell’ultima giornata, oggi, il confronto con i possibili, futuri, ”datori di lavoro”. Centinaia di aspiranti – molta emozione e curriculum in mano – hanno affolato gli stand di Amnesty International e Medici Senza Frontiere, gli Atenei di Padova Trento e Perugia, di Telefono Azzurro e Lunaria, della Banca Mondiale e di Education First, privilegiando, in apparenza, soprattutto le organizzazioni umanitarie. Lunghe file si sono formate allo stand del Servizio Civile Nazionale all’estero per la prima volta presentato dalla Presidenza dei Consiglio dei Ministri.

Ora torneranno ad Accra e Parigi, a Kuala Lumpur e Lima, a New York ed Adelaide, con una esperienza in più; e la consapevolezza, come hanno invitato a fare tutti i relatori che hanno parlato all’inaugurazione, che il mondo delle opportunità si apre solo davanti all’impegno e alla passione.

(@novellatop, 14 marzo  2017)

 

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*