Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Lotta al Daesh: esercito iracheno si riprende antica Hatra, patrimonio Unesco

Hatra

MOSUL, 27 aprile – Daesh  sembra subire colpi, e dopo Palmira in Siria è stata riconquistata anche l’antica Hatra, in Iraq.  Le forze irachene hanno strappato all’Isis l’antica città dopo aver lanciato, ieri, una nuova spinta a sud-ovest di Mosul per riprendere l’area che comprende un sito del patrimonio Unesco allo Stato islamico.

Hatra

L’esercito riconquista Hatra

L’operazione segna l’ultima fase di un’offensiva lanciata dalle forze paramilitari di Hashed al-Shaabi in contemporanea con l’assalto principale a Mosul iniziato sei mesi fa. Le forze di Hashed, dice un comunicato dell’esercito “hanno liberato Hatra, dopo aspri combattimenti con il nemico. Liberati anche 11 villaggi e siti archeologici nella zona”, recita ancora lo stesso comunicato.

A marzo del 2015, i jihadisti dell’Isis avevano raso al suolo, utilizzando dei bulldozer, l’antico sito archeologico assiro di Hatra. La notizia della sua distruzione, all’indomani di quella di Nimrud, era stata data da un portavoce del Partito Democratico Curdo, Saeed Mumuzini.

Hatra

Hatra antica

Hatra era una città a sud di Mosul fondata dalla dinastia seleucide che fiorì nel II-III secolo a.C. come centro culturale ed economico dell’impero partico. Successivamente, grazie alle alte mura rinforzate da torri, resistette a numerose invasioni tra le quali quella romana guidata da Traiano.
Tra i resti della città che sono sopravvissuti fino all’avvento del califfato c’erano templi costruiti con tecnica romana che ne attestavano la grandezza della civiltà. Ce ne erano anche altri con schema architettonico di tradizione mesopotamica, babilonese e assira. militanti dell’Isis “hanno rubato monete d’oro e d’argento usate dai re assiri e che erano conservate nella città”, aveva detto Mumuzini. Hatra è una delle leggendarie dieci città perdute di Tayyab.

(@novellatop, 27 aprile  2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*