Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Afghanistan: italiani istruiscono i primi sei controllori dello scalo di Herat

Afghanistan

HERAT, 28 APRILE – L’aviazione civile afghana ‘a scuola’ dell’aeronautica militare italiana. Completato il corso, sono stati infatti consegnati i diplomi di “controllore del traffico aereo” ai primi sei dipendenti locali della Afghan Civil Aviation Authority (ACAA).Afghanistan
La cerimonia è stata presieduta dal comandante della Joint Air Task Force e Senior Airfield Authority, colonnello  Luca Tonello, dal direttore dell’aeroporto internazionale di Herat, Mohammad Azam Azami e dal capo dell’ufficio di Herat della NSPA, Gerry Holden.
La gestione delle funzioni aeroportuali e l’addestramento del personale afghano avvengono sotto il controllo della Joint Air Task Force dell’Aeronautica Militare Italiana.
Grazie al corso effettuato e dopo una ulteriore fase di

Afghanistan

I ‘diplomati’

addestramento, il personale della ACAA, potrà operare a fianco del personale delle ditte che attualmente garantiscono la gestione delle funzioni aeroportuali.
In particolare ad oggi i frequentatori del corso sono grado di operare come ”controllori di torre di controllo” mentre, con la successiva fase di addestramento, acquisiranno la qualifica di ”controllori di avvicinamento”, capaci di guidare il traffico aereo in decollo e in atterraggio dall’aeroporto internazionale di Herat.

(@novellatop, 28 aprile 2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts