Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Violenza sessuale: Onu: Cardi, serve prevenzione e assistenza ma anche giustizia

NEW YORK, 15 MAGGIO – Con una nuova legge per l’assistenza dei minori migranti non accompagnati e con un centro di eccellenza come il CoESPU di Vicenza dove Carabinieri italiani addestrano i peacekeepers su prevenzione e indagini alla violenza di genere l’Italia da’ il suo contributo concreto al contrasto degli abusi sessuali come arma di guerra. “Prevenzione e assistenza alle vittime della violenza sessuale usata come arma di guerra in conflitti e terrorismo non sono sufficienti se i responsabili di questa violenza non vengono chiamati a rispondere davanti alla giustizia”, ha detto, intervenendo in un dibattito aperto in Consiglio di Sicurezza, il Rappresentante Permanente italiano Sebastiano Cardi:

“Solo quando la violenza sessuale diventera’ visibilmente piu’ costosa si sara’ fatto un passo avanti significativo verso lo sradicamento di questa piaga”, ha aggiunto l’ambasciatore, secondo cui “la prevenzione fallisce se questi crimini non hanno conseguenze”.

A questo scopo sono cruciali gli sforzi della Corte Penale Internazionale, ma anche  il ruolo svolto dal CoESPU con i suoi corsi specializzati per caschi blu e unita’ di polizia provenienti da regioni difficili. Cardi ha parlato anche della necessita’ di rimuovere lo stigma che resta attaccato alle vittime della violenza sessuale, un crimine “spesso invisibile” perché spesso mai denunciato soprattutto quando a subirla sono uomini e ragazzi. L’ambasciatore ha ricordato che abusi sessuali e stupri sono emersi come una costante nel nuovo ciclo basato su conflitto, traffico delle persone e migrazione.

“Nello sforzo di gestire un flusso senza precedenti nel Mediterraneo, l’Italia ha di recente adottato una nuova legge per la protezione dei minori stranieri non accompagnati”, ha detto Cardi: “Le nuove norme forniscono a ragazzi e ragazze assistenza specifica compresa quella legale, servizi di mediazione culturale e di identificazione, a loro volta utili a consentire la riunificazione con altri membri del nucleo familiare”. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*