Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Grandi a Tripoli: UNHCR rafforza presenza in Libia

GINEVRA/TRIPOLI, 21 MAGGIO – L’UNHCR rafforza la sua presenza in Libia in risposta al deterioramento della crisi umanitaria provocata dal conflitto, l’instabilità politica, assenza di sicurezza e il crollo dell’economia nel paese nordafricano. L’alto commissario Onu per i rifugiati, Filippo Grandi, e’ stato oggi a Tripoli e incontrato profughi e migranti in alcuni dei tanti centri di detenzione in territorio libico. “Sono rimasto scioccato per le terribili condizioni, dovute in gran parte a scarsezza di risorse, in cui si trovano. Bambini, donne, uomini che già hanno patito tanto, non dovrebbero essere sottoposti a simili sofferenze”.

UNHCR rafforzerà dunque le sue operazioni umanitarie nel paese intensificando la collaborazione con lo IOM e facendo leva sui rispettivi punti di forza delle due organizzazioni. “Non dobbiamo sottovalutare le difficolta’ del lavorare in un ambiente instabile e pericoloso come la Libia di oggi”, ha detto Grandi che nella visita a Tripoli e’ stato accompagnato dal nuovo inviato speciale per il Mediterraneo Centrale, Vincent Cochetel: “Far arrivare l’assistenza umanitaria necessaria e’ una continua sfida. Le persone che cerchiamo di aiutare e il mio staff vivono e lavorano sotto enormi pressioni e rischi”.

Oltre a nuovi uffici e centri di sviluppo comunitari, UNHCR aumentera’ la presenza ai centri di sbarco per migranti e profughi salvati o intercettati in mare in collaborazione con lo IOM e altri partner. Aumentera l’accesso ai centri di detenzione gestiti dalle autorita’ libiche  sia per offrire aiuti umanitari salvavita che per cercare di ottenere il rilascio di profughi e richiedenti asilo detenuti. Nell’ultimo anno e mezzo UNHCR ci e’ riuscito in 800 casi particolarmente vulnerabili per i quali si stanno cercando soluzioni durature.

UNHCR rafforzerà anche i programmi a favore degli sfollati libici e alle comunita’ ospiti. Il piano dell’agenzia per la Libia ha ricevuto due settimane fa l’appoggio del governo italiano. Il Ministro egli Esteri Angelino Alfano ha annunciato un contributo fino a 10 milioni di euro per finanziare la parte del piano teso a migliorare l’assistenza umanitaria.(@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts