Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pirateria: nave Espero in Madagascar in quadro operazione Atalanta

Nave Espero

ANTSIRANANA, 14 GIUGNO – Nell’ambito dell’impiego nell’Operazione anti pirateria a guida europea Atalanta, Nave Espero ha fatto sosta nel porto di Antsiranana, in Madagascar, dove ha svolto attività addestrativa e di cooperazione civile (CIMIC) a favore del personale della marina malgascia e della popolazione locale.

Nave Espero

Addestramento

L’attività ha consentito di formare 12 membri della Marina Malgascia, con l’obiettivo di fornire le nozioni base per assicurare autonomamente la sicurezza delle proprie coste ed acque territoriali.

L’unità ha inoltre ricevuto a bordo numerose autorità civili e militari malgasce, segno delle buone relazioni tra i due paesi. In particolare ha ricevuto il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Razafindraketo Lantoaringaka, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Brigata Ramasitera, il Comandante delle Forze di intervento malgasce dell’Esercito, Generale di Brigata Raseamiafara Richard ed il Sindaco Jean Luc Desire Djavojozara.
L’equipaggio della nave infine si è inoltre recato in visita all’orfanotrofio Santa Famiglia per consegnare viveri, giocattoli e materiale sanitario.

Nave Espero

Si ricevono gli ospiti

La pirateria nell’area del Corno d’Africa (Golfo di Aden e bacino Somalo) continua a rappresentare una minaccia per la libertà di navigazione del traffico mercantile, in particolare per il trasporto degli aiuti umanitari del World Food Programme (WFP).
L’Operazione ATALANTA, istituita dall’UE con la Council Joint Action 2008/251 del 10 novembre del 2008, è un importante tassello nella politica di difesa europea con l’obiettivo di: proteggere le navi del World Food

Nave Espero

Simulazione d’arresto

 

Programme, dell’African Union Mission in Somalia (AMISOM) e altre unità vulnerabili; dissuadere e interrompere atti di pirateria e attacchi armati in mare; monitorare le attività di pesca al largo delle coste della Somalia; supportare le altre missioni dell’Unione Europea e le organizzazioni internazionali, operando per rafforzare la sicurezza marittima nella regione.

(@novellatop, 14 giugno  2017)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts