Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Lotta a Daesh, a italiano Cucciniello comando forze addestramento unità del Kurdistan in Iraq

Kurdistan

ERBIL, 16 GIUGNO –  Cambio al comando del Kurdistan Training Coordination Center (KTCC), l’unità della coalizione internazionale che assicura l’addestramento delle forze di sicurezza curde in Iraq.Kurdistan
Alla presenza delle massime autorità politiche e militari della regione autonoma e  del vice comandante per l’addestramento presso il Combined Joint Forces Land Component Command – Operation Inherent Resolve (CJFLCC-OIR) a Baghdad e Comandante del contingente italiano, generale di brigata F.M. Ceravolo è stato affidato al colonnello L. Cucciniello per i prossimi sei mesi il comando dell’unità di formazione, che coordina l’addestramento fornito dagli istruttori delle 9 nazioni contributrici.
Il KTCC è composto da circa 350 uomini e donne provenienti da Italia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Finlandia, Slovenia, Svezia, Turchia e Ungheria che sono parte della ‘coalizione globale’ creata nel settembre 2014 per sconfiggere il terrorismo internazionale e il Daesh.
Da quando è stato costituito, nel gennaio 2015, sono circa 10.800 i peshmerga appartenenti alle Forze di sicurezza curde, addestrati dagli istruttori italiani.
I cicli addestrativi in grado di formare contemporaneamente 2 interi battaglioni (circa 1.400 unità) hanno durata complessiva di 9 settimane che in questa specifica fase di stabilizzazione, orientata al post Mosul, sono incentrati su un addestramento teso a proteggere la popolazione, le infrastrutture e al controllo del territorio.Kurdistan
Tale attività trova oggi il proprio sforzo principale anche nei corsi detti ‘T3’ (Train the Trainers) e ‘Battalion Staff Course’ con cui il personale italiano contribuisce alla formazione dei futuri quadri delle unità peshmerga fino a livello di brigata.
Determinanti continuano ad essere, inoltre, i corsi C-IED (Counter -Improvise Explosive Device) che si sono sviluppati in due direzioni: come corsi EOD (Explosive Ordinance Disposal), quindi in favore di personale specializzato nella ricerca, individuazione e messa in sicurezza di ordigni improvvisati e come corsi EHAT (Explosive Hazard Awarness Training) in favore di tutte le forze di sicurezza curde per acquisire consapevolezza e  capacità in ambienti ad alto rischio IED.
L’Italia contribuisce all’Operazione Inherent Resolve, di contrasto al terrorismo internazionale con la missione ‘Prima Parthica’: circa 1500 militari delle Forze Armate sono impiegati nelle sedi di Baghdad e di Erbil.

(@novellatop,  16 giugno 2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts