Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Fabriano: nel 2019 sarà capitale città creative UNESCO

PARIGI, 3 LUGLIO – Fabriano ospiterà il 13esimo Meeting annuale delle Città Creative Unesco nel 2019. La nomina è stata conferita alla città marchigiana, membro della rete dal 2013, dall’Assemblea Generale delle Città Creative, riunite a Enghien Les Bains, in Francia, insieme al Segretariato Uccn e alla Direzione Cultura dell’Unesco.

A Fabriano giungeranno nel 2019 più di 400 delegati da tutto il mondo che per tre giorni si confronteranno sui temi che il Network sostiene, sviluppa e condivide: Creatività rivolta alle Città sostenibili come indicato dalla New Urban Agenda, Agenda di ricerca per nuove politiche culturali generatrici di nuove policy urbane, sviluppo di attività e programmi di ricerca rivolte a nuove ricerche fondate sul rapporto lavoro-nuove tecnologie innovative.

”La designazione di Fabriano a ospitare il 13mo Meeting annuale delle Città Creative Unesco nel 2019 è una notizia che ci riempie di orgoglio ed entusiasmo. Sarà un importante banco di prova per tutta la città, che dovrà dimostrarsi pronta a mutare pelle: non solo la città dell’industria ma anche e soprattutto la città della
creatività, dell’artigianato di qualità e della cultura”, ha commentato il nuovo sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli. Fabriano dovrà essere ”una città capace di accogliere e stringere in un abbraccio le persone che vengono a conoscere e ad ammirare le architetture medievali, le ricchezze racchiuse nelle chiese, la storia della carta e il nostro stupendo territori”.

La lavorazione della carta e l’attività artigiana valsero a Fabriano il titolo di “Città creativa” nell’ottobre del 2013. L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura premiò la cittadina marchigiana nell’ambito della categoria Artigianato e Arti e Tradizioni popolari: famosa la carta Fabriano e, nel campo delle tradizioni popolari, il Palio di San Giovanni.

La proclamazione ha rappresentato il punto di arrivo di un lungo percorso che ha coinvolto amministrazioni locali, settore privato e società civile. Il network Città Creative è stato creato dall’Unesco nel 2004 con l’obiettivo di stimolare un legame tra diverse realtà culturali, stabilire le basi per uno sviluppo economico e sociale e offrire, a chi opera nel settore, una piattaforma internazionale verso cui convogliare la propria energia. Partecipano 116 città di
54 Paesi del mondo, e la rete e’ in continua espansione (nel 2017 altre
6 città italiane hanno chiesto di entrare a farvi parte). L’Italia è rappresentata da 5 città: Bologna, città creativa per la Musica, Fabriano per l’Artigianato e le Tradizioni Popolari, Torino per il Design, Parma per la Gastronomia e Roma per il
Cinema. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*