Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Agenda 2030: Velo all’ONU, Italia per fame zero, tecnologie per sviluppo sostenibile

NEW YORK, 17 LUGLIO – Nutrizione, fame nel mondo e contributo delle tecnologie di informazione e comunicazione allo sviluppo sostenibile: sono questi i temi che la Sottosegretaria all’Ambiente, Silvia Velo, ha affrontato nel corso di due eventi all’Onu dedicati a misurare i progressi nell’attuazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Nel corso del primo incontro, co-organizzato dall’Italia insieme a FAO, Maldive, IFAD, WFP, DESA e OHRLLS si è discusso di nutrizione e di azzeramento della fame nel mondo, obiettivo numero due dell’Agenda 2030. “L’Italia – ha dichiarato la Sottosegretaria Velo – proseguirà il suo impegno perché ci sono più di 800 milioni di persone che non hanno accesso al cibo. Siamo orgogliosi – ha continuato Velo – di ospitare a Roma le agenzie delle Nazioni Unite per la sicurezza alimentare e l’agricoltura sostenibile: il nostro Paese, a tal proposito, sta rafforzando il proprio impegno per sostenerle maggiormente sia economicamente che politicamente”.

Secondo la Velo, la promozione della sicurezza alimentare e uno sviluppo rurale sostenibile e inclusivo non è solo una priorità della cooperazione italiana, ma una componente chiave della nostra politica estera, come è emerso chiaramente nel discorso iniziale del presidente Gentiloni alla conferenza FAO due settimane fa.

Il secondo incontro, organizzato dal Vietnam, ha trattato il contributo che un più ampio accesso all’informazione tecnologica e agli strumenti di comunicazione può dare allo sviluppo sostenibile. Queste – ha detto la Velo – contribuiscono in modo decisivo allo sviluppo economico di un Paese e il loro uso crescente ne influenza gli stili di vita, la produzione e il commercio, migliorando anche l’accesso a servizi di base. Si tratta, quindi, di un fattore da valorizzare in tutti i processi di attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Rispetto a questi temi – ha concluso Velo – l’Italia si è impegnata ad essere un partner importante rafforzando la sua cooperazione anche a partire dalla lotta ai cambiamenti climatici, “dimensione fondamentale per rispondere alle tante sfide poste dalla sicurezza alimentare e cogliere le opportunità di un più diffuso progresso tecnologico in modo che nessuno sia lasciato indietro”. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts