Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Birmania: Wfp lancia allarme, per 80 mila bambini Rohingya grave malnutrizione

Mentre il governo di Aung San Suu Kyi dice no a missione dell'Onu

Birmania

ROMA, 19 LUGLIO – La minoranza musulmana dei Rohingya che vive in Birmania, è nuovamente sotto i riflettori perchè un nuovo rapporto afferma che  ottantamila bambini soffrono di grave malnutrizione e avranno bisogno di cure urgenti nei prossimi mesi. E’ l’allarme lanciato dal World Food BirmaniaProgramme dell’Onu basato su un rapporto realizzato nello Stato di Rakhine, dove le forze di sicurezza birmane hanno lanciato un’offensiva nell’ottobre del 2016 causando almeno 200 morti.

Sono oltre 70.000 le famiglie Rhingya che sono fuggite dalla zona, ma chi è rimasto rischia di rimanere senza cibo anche per intere giornate. “Nessun bimbo al di sotto dei due anni si alimenta in modo corretto”, mette in guardia il WFP sottolineando che oltre 220.000 persone hanno bisogno di assistenza umanitaria. “E’ una corsa contro il tempo per oltre 80.000 bambini che hanno meno di 5 anni, ha dichiarato un portavoce del World Food Programme in

Birmania, poiche’ la grave malnutrizione può portare ad una rapida perdita di peso nei prossimi mesi e quindi a un malfunzionamento del sistema immunitario”.

Frattanto come una doccia fredda è giunta la decisione della Birmania di negare il visto ai membri di una missione Onu incaricata di indagare sulle violazioni

Birmania

Aung San Suu Kyi

dei diritti umani contro la minoranza Rohingya. Il viceministro degli esteri Kyaw Tin, del governo guidato dal premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi. ha affermato: ”Non ci coordineremo con la missione dell’Onu, dato che ci siamo dissociati dalla risoluzione del Consiglio di sicurezza perché non crediamo che essa rispetti quello che sta accadendo davvero sul campo”
La formazione della missione era stata decisa lo scorso marzo dal Consiglio di sicurezza, in risposta alle accuse di diffusi abusi dei diritti umani nell’offensiva che le forze di sicurezza birmane hanno lanciato lo scorso ottobre nello stato Rakhine, dove vivono circa un milione di Rohingya.

(@novellatop,  19 luglio 2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts