Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

#pathofpeace, Sant’Egidio presenta incontro internazionale di settembre in Germania

Pace

ROMA, 24 LUGLIO – E’ stato presentato a Roma, alla Comunità di Sant’Egidio l’Incontro internazionale Paths of Peace, #pathofpeace,  che secondo Marco Impagliazzo ”sarà il più importante evento per la pace dell’anno, un messaggio forte contro le guerre, le divisioni e i muri per ridare un’anima a Paesi e continenti in crisi.  L’incontro dal titolo completo ”Pace, Preghiera per la pace, Dialogo interreligioso” si svolgerà in Germania  a Münster  e Osnabrück dal 10 al 12 settembre.

Pace

Marco Impagliazzo alla presentazione

”Ci sono guerre che durano da troppo tempo, come quelle in corso in Siria e in Iraq. Ma anche conflitti a bassa intensità, molti in Africa e altrove. Senza contare il terrorismo e la violenza diffusa di cui sono vittime molti Paesi dell’America Latina. Occorre lanciare un forte messaggio al mondo. Lo faremo dal cuore di un’Europa che, pure in crisi di solidarietà, deve ritrovare nella costruzione della pace il suo fondamento” ha aggiunto il presidente della Comunità di Sant’Egidio durante la presentazione.  ”Occorre rilanciare il tema, anche a livello popolare”, ha rilevato.

Oltre alla presenza di centinaia di autorevoli rappresentanti delle religioni (cristiani, ebrei, musulmani, buddisti e di altre religioni asiatiche), di autorità istituzionali e del mondo della cultura, è prevista infatti in Germania un larga partecipazione popolare, con numerosi giovani da tutta Europa, a sostegno dell’incontro, promosso, come ogni anno, dalla Comunità di Sant’Egidio dopo la storica giornata di Preghiera per la Pace di Assisi , voluta da Giovanni Paolo II nel 1986. ”Le religioni – ha continuato Impagliazzo – aumentano le passioni e le emozioni e possono anche essere manipolate. Ma se indirizzate verso la pace e il dialogo restituiscono un’anima a Paesi e continenti in crisi e divisi al loro interno. Le religioni infatti, se bene interpretate, sono il contrario del razzismo, perché non mettono al centro un’etnia o una razza, e l’opposto del classismo, perché si battono per l’uguaglianza, oltre a favorire l’unità del genere umano in quanto universali. Sono inoltre utili a ricomprendere la globalizzazione dal basso, a cogliere i cambiamenti in atto nelle nostre società”.

Pace

L’incontro interreligioso di Assisi con Papa Francesco

Ai lavori  interverranno la cancelliera tedesca Angela Merkel, il grande Imam di Al-Azhar Al-Tayyeb (massima autorità dell’Islam sunnita, che ha recentemente accolto Papa Francesco al Cairo), il presidente del Niger Mahamadou Issoufou (Capo di Stato di un Paese dove passa il grande flusso dei migranti diretti verso il Nord e strategico per il contrasto al terrorismo). Ma saranno anche presenti, tra gli altri: Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, Giovanni X, Patriarca greco ortodosso di Antiochia e di tutto l’Oriente (da Damasco), il Direttore del Gran Rabbinato di Israele Moshe Dagan; il cardinale Ernest Simoni dall’Albania; padre José Alejandro Solalinde dal Messico, il cardinale Dieudonné Nzapalainga (Repubblica Centrafricana), il Rabbino Capo di Turchia Isak Haleve, il rappresentante dei Rohingya dalla Birmania, Al-Haj U Aye Lwin, il reverendo Munib Younan, Presidente della Federazione Luterana Mondiale; il cardinale John Olorunfemi Onaiyekan e il sultano Al Hajji Muhammad Sa’ad Abubakar III dalla Nigeria; il Grande Imam della moschea di Lahore (Pakistan) Muhammad Abdul Khabir Azad, e numerosi rappresentanti delle religioni orientali.

Tra i temi delle numerose tavole rotonde in programma, la non violenza, il disarmo, le migrazioni, il diritto alla salute, la corruzione e la giustizia sociale. Previsti anche focus su alcuni Paesi come Siria, Iraq e Tunisia con l’intervento di alcuni testimoni.

(@novellatop, 24 luglio 2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts