Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Martina: Italia candidera’ amatriciana a patrimonio UNESCO

AMATRICE, 29 LUGLIO – Dopo la pizza, la pasta. “E’ nostra intenzione candidare la tradizione amatriciana a patrimonio Unesco nell’ambito degli obiettivi del 2018, anno che come governo abbiamo voluto dedicare al cibo italiano”. Lo ha annunciato il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina presente all’inaugurazione del Polo della Ristorazione di Amatrice, la città del reatino gravemente danneggiata dal terremoto del 2016.

Chiesa di Sant’Agostino, Amatrice

“Oggi ha detto il ministro Martina – era importante essere ad Amatrice, per dire innanzitutto grazie ai tanti cittadini che hanno contribuito e per continuare a dare una mano a costruire passo dopo passo il futuro di queste
comunità e di queste terre straordinarie”.

L’Italia – ha detto Martina – ha completato i pagamenti degli aiuti diretti
straordinari aggiuntivi per oltre 3800 agricoltori e allevatori delle terre colpite, per un impegno totale di 28 milioni di euro. Nel contempo si sta seguendo il progetto del riconoscimento dell’amatriciana come specialità tradizionale garantita (Stg) e “oggi possiamo anche informare che è nostra
intenzione candidare la tradizione amatriciana a patrimonio Unesco nell’ambito degli obiettivi del 2018, anno che come governo abbiamo voluto dedicare al cibo italiano”.

L’iniziativa fa seguito a quella lanciata subito dopo il sisma da Slow Food: due euro per le popolazioni colpite dal sisma per ogni piatto di amatriciana consumato in tutto il mondo. La campagna, che invita tutti i cuochi del pianeta a inserire per un anno nei loro menu il celebre piatto originario proprio di Amatrice., aveva raccolto il pieno favore della Farnesina che aveva sensibilizzato la propria rete dei propri Uffici fuori d’Italia al fine di diffonderne la conoscenza, e garantire così alla campagna di Slow Food la più ampia adesione dall’estero.

Il Comitato Italiano per l’UNESCO, che ha gia’ visto la Dieta Mediterranea inserite nelle liste dell’organizzazione Onu per la Cultura, ha candidato la pizza a patrimonio mondiale nel 2015. La decisione e’ attesa quest’anno. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*