Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Rinnovabili: a Firenze l’11/9 prima conferenza ministeriale Alleanza Geotermica

FIRENZE, 8 SETTEMBRE – La prima Conferenza Ministeriale dell’Alleanza Globale Geotermica (GGA), dal titolo “Lavorare insieme per promuovere l’energia geotermica verso un futuro energetico sostenibile” sarà ospitata l’11 settembre 2017 a Firenze, il capoluogo della Regione Toscana, culla della geotermia. Proprio in Toscana, nel 1913 a Larderello, entrò in funzione il primo impianto al mondo costruito per produrre energia geotermica.

La GGA è una piattaforma “multi-stakeholder”, varata alla COP21 nel 2015 dall’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), con il fine di contribuire alla realizzazione degli ambiziosi obiettivi dell’Accordo di Parigi, attraverso lo sviluppo su scala mondiale dello sfruttamento dell’energia geotermica.

Tale evento internazionale di alto livello è stato organizzato congiuntamente da IRENA e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare e dal Ministero dello Sviluppo Economico.

La Conferenza riunirà importanti soggetti istituzionali, governativi e non governativi, come pure attori internazionali di rilievo del mondo privato, economico e accademico, attivi nel settore geotermico.

In qualità di Presidente dell’Assemblea Generale di IRENA per il 2017, l’Italia, attraverso questa iniziativa, valorizzerà ulteriormente il suo ruolo proattivo nell’incoraggiare l’azione internazionale verso la transizione energetica a livello globale.

La geotermia toscana e’ all’avanguardia e il 2017 si è aperto con il nuovo record assoluto relativo alla produzione da fonte geotermica nell’anno solare 2016: le 34 centrali geotermiche in esercizio sul territorio regionale nel 2016 hanno fatto registrare una produzione di 5.871 GWh, dato che supera il primato dell’anno precedente quando la produzione era stata di 5.820 GWh. Il nuovo record di produzione da fonte geotermica in Italia, che segna un aumento di oltre 50 GWh rispetto al 2015, è stato possibile grazie all’ottimizzazione tecnologica e all’eccellenza degli impianti la cui efficienza impiantistica è stata superiore al 98% e alla disponibilità dei pozzi minerari gestiti da Enel Green Power nell’ottica di una coltivazione geotermica attenta all’ambiente e all’equilibrio del ciclo geotermico. Negli oltre 100 anni di attività industriale mai era stato raggiunto un livello così elevato di produzione, segno evidente della rinnovabilità della risorsa che non si esaurisce con il passare degli anni ma che, se ben gestita attraverso la reiniezione delle acque in uscita e l’innovazione tecnologica, cresce in termini di disponibilità e di resa mantenendosi in equilibrio con l’ambiente, a conferma che la geotermia è totalmente rinnovabile.

L’evento di Firenze sarà inaugurato, fra gli altri, dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti e dal Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova. Il Direttore  della Direzione Generale per la Mondializzazione e gli Affari Globali, Massimo Gaiani, rappresenterà il Ministero degli Esteri. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

2 Comments on Rinnovabili: a Firenze l’11/9 prima conferenza ministeriale Alleanza Geotermica

  1. Salve,potrei sapere su quali dati,oltre l’aumento di produzione si basa l’affermazione che la geotermia è un energia rinnovabile? Le esperienze sul monte amiata evidenziano che i pozzi si esauriscono nel giro di pochi anni..
    Grazie in anticipo!

  2. Miclos von Weilshot // 10/09/2017 at 8:11 am // Reply

    ottima iniziativa, ma speriamo che questo incontro porti presto frutti concreti

Leave a comment

Your email address will not be published.


*