Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

“Non solo siti”: l’Italia all’UNESCO sbarca sul web

PARIGI, 11 SETTEMBRE – L’Italia all’UNESCO sbarca sul web: “Con questo aggiornamento abbiamo cercato di rispondere alle numerose richieste di informazioni, domande e curiosità che ci pervengono da più parti circa l’attività dell’Italia tra cui le iniziative del Governo sui cosiddetti “Caschi Blu della Cultura”;  i luoghi dei 53 siti italiani iscritti nella lista del Patrimonio Mondiale culturale e naturale; i numerosi programmi e progetti che interessano città, regioni e territori; le attività di questa Organizzazione nei settori delle scienze e dell’educazione”, ha detto l’Ambasciatrice italiana Vincenza Lomonaco presentando l’iniziativa online.

La pagina web segna i 70 anni dell’Italia all’UNESCO. Il nostro Paese aderì nel 1947, durante la Conferenza Generale che si svolse a Città del Messico (il relativo strumento di ratifica fu depositato il 27 gennaio 1948),  e nel 1958 ha espresso un Direttore Generale: Vittorino Veronese. Dal 1999 siamo membri del Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione, organo di governo dell’UNESCO di cui fanno parte 58 Stati, eletti ogni quattro anni dalla Conferenza Generale. Nel 2015 l’Italia è stata rieletta per un ulteriore mandato quadriennale fino al 2019. “Non solo siti”, è lo slogan di questo percorso virtuale in cui la Rappresentanza italiana vuole avvicinare i visitatori alle attività di questa Organizzazione internazionale, definita “la coscienza delle Nazioni Unite” per i nobili fini che si propone, consacrati nel preambolo del suo documento istitutivo: perseguire la pace e la cooperazione tra popoli e nazioni, facendo leva sulla cultura quale strumento di dialogo, di confronto, di rispetto per le diversità.

Un’organizzazione, afferma la Lomonaco, in cui l’Italia, per le sue tradizioni, storia e cultura, ha un ruolo di primo piano nell’attività di diplomazia culturale. “Italia superpotenza di cultura e bellezza”, per riprendere le parole del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano. “Non è un luogo comune, né una frase fatta. E’ la sintesi di come effettivamente ci percepisce la quasi totalità dei Paesi; è l’elemento unificante della nostra identità nazionale, a cui aggiungerei la formidabile capacità di dialogo e di negoziato, strettamente collegata a questa eredità identitaria che ci viene riconosciuta e che sa trasmettere agli altri i valori di libertà, democrazia, rispetto dei diritti umani, della nostra storia e della nostra incomparabile tradizione”, spiega l’Ambasciatrice.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*