Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sudan: reinserimento degli ex combattenti, l’impegno della Cooperazione italiana

Sudan

KHARTOUM, 15 SETTEMBRE – Venticinquemila euro per aiutare gli ex combattenti del Sudan a reinserirsi nella società civile di un paese che più che soldati dovrebbe andare in cerca di lavoratori.

A Khartoum, nella sede centrale del Disarmement, Demobilization and Reintegration Program, si è svolta infatti  la cerimonia di inaugurazione e messa in funzione del materiale informatico recentemente donato alle istituzioni sudanesi dalla Cooperazione italiana, attraverso l’Agenzia italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo. All’evento hanno partecipato il Commissario Generale del programma, il Direttore della Pianificazione per la Cooperazione internazionale del Ministero degli Esteri sudanese, l’Ambasciatore d’Italia in Sudan Fabrizio Lobasso e il Direttore dell’Agenzia a Khartoum, Vincenzo Racalbuto.Sudan

La donazione di circa 25.000 euro comprende materiale informatico cruciale per il lavoro di pianificazione e sviluppo del Programma per il disarmo, come computer portatili, server, stampanti e soprattutto programmi online per l’identificazione e la registrazione di ex combattenti, la cui reintegrazione nella società civile e nell’ambiente lavorativo è una priorità assoluta per l’amministrazione sudanese.

”Questo nuovo intervento della Cooperazione Italiana in Sudan si inscrive nell’ambito del supporto italiano al rafforzamento della capacity building della del Programma e delle istituzioni locali, quale contributo diretto alla stabilizzazione del paese e allo sviluppo a lungo termine di una strategia inclusiva per le popolazioni vulnerabili e per la società civile colpita dalla guerra” ha dichiarato Lobasso.

Il Sudan è stato attraversato da guerre civili e da confronti bellici (Darfur, la separazione con il Sud) che hanno lasciato sul terreno negli anni decine di migliaia di morti.

(@novellatop,  15 settembre  2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts