Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Kurdistan, militari italiani addestrano zeravani peshmerga a capacità operative anfibie

Kurdistan

MOSUL, 19 SETTEMBRE – In Iraq i militari italiani che controllano la diga di Mosul hanno consegnato i diplomi di qualificazione a militari Zeravani

Kurdistan

Unità nel bacino della diga di Mosul

(forza di polizia militarizzata che opera all’interno dei peshmerga per il governo del Kurdistan) che hanno frequentato con successo il Primo corso per unità anfibie.

Il corso, della durata di 2 settimane  precedute da un periodo nel quale sono state valutate le capacità del personale ad operare in ambiente anfibio, ha visto all’opera gli istruttori del 185° Reggimento Acquisitori Obiettivi (RAO) ed i colleghi del Royal Netherland Marine Corps (RNLMC), che hanno organizzato e condotto un addestramento mirato a fornire agli allievi la conoscenza delle procedure di ricognizione a corto e medio raggio.

Kurdistan

‘Lezione’ all’aperto

A tale scopo gli ‘allievi’ hanno dapprima familiarizzato all’interno del bacino della diga con l’impiego di battelli pneumatici, per poi attuare le tecniche di perlustrazione fluviale direttamente sul fiume Tigri.

Il Kurdish Training Coordination Center (KTCC), attualmente a guida italiana, è composto da circa 400 uomini e donne provenienti da Italia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Finlandia, Slovenia, Svezia, Turchia e Ungheria, che sono parte della coalizione globale creata nel settembre 2014 per sconfiggere il terrorismo internazionale e le forze del Daesh.

Kurdistan

Prima di salire a bordo dei gommoni

I cicli addestrativi in grado di formare contemporaneamente due interi Battaglioni (circa 1.400 unità) hanno durata complessiva di 9 settimane che in questa specifica fase di stabilizzazione,  sono incentrati su un addestramento teso a proteggere la popolazione, le infrastrutture ed al controllo del territorio.

Dalla sua costituzione, nel gennaio 2015, il KTCC ha addestrato circa 32.800 Peshmerga, dei quali, circa 13500 ad opera di istruttori italiani.

(@novellatop,  19 settembre 2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts