Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: Gentiloni all’Onu, stabilizzazione e’ priorità, appoggio inviato Salame’

NEWYORK, 20 SETTEMBRE – Elogiato dal presidente francese Emmanuel Macron  per il lavoro dell’Italia nella stabilizzazione della Libia e dalla premier britannica Theresa May per le iniziative sul fronte della crisi migratoria, il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha dato “pieno sostegno” italiano all’inviato speciale delle Nazioni Unite Ghassan Salame’, alla sua road map e al ritorno “massiccio” dell’Onu in Libia, che “crea uno slancio significativo e apre una importante finestra di opportunita'”.

La stabilizzazione del paese e’ la priorità: “La Libia è il tassello fondamentale per restituire al Mediterraneo Centrale il proprio ruolo storico di motore di civiltà, pace e sicurezza. La sua stabilizzazione è un obiettivo prioritario, che dobbiamo raggiungere attraverso un dialogo inclusivo, nel quadro dell’ Accordo Politico, rifiutando qualunque velleitaria ipotesi di
soluzione militare”, ha detto Gentiloni nel suo intervento all’Assemblea Generale dell’Onu.

Il presidente del Consiglio aveva affrontato il dossier libico poche ore prima, in un dibattito ai margini dell’Assemblea. Aveva ribadito che l’Italia resta “fortemente impegnata fortemente con le autorita’ libiche, a tutti i livelli”, e che sostiene un “dialogo inclusivo” per una Libia “unita e democratica e stabile”, libera dalla minaccia del terrorismo e capace di cooperare nella gestione dei flussi migratori.  L’evento aveva visto il debutto all’Onu dell’inviato speciale del Segretario Generale, Ghassam Salame’, che aveva illustrato a grandi linee la road map per la modifica degli accordi di Skhirat lungo  le tappe che dovrebbero portare ad un riassetto delle istituzioni e quindi alle elezioni in Libia.  (@OnuItalia)

 

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts