Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

50 anni di IILA in mostra al Palazzo di Vetro: nata come “piccola Onu” del sogno italo-latinoamericano

NEW YORK, 26 SETTEMBRE – Amintore Fanfani, che nel 1967 da Ministro degli Esteri la tenne a battesimo, la immaginava come “una piccola Onu”. E adesso la “piccola Onu” nata da quel sogno italo-latinoamericano di costruire un futuro insieme attraverso l’Atlantico, si accinge a dare un contributo concreto agli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Per festeggiare i suoi 50 anni e i dieci anni da membro osservatore delle Nazioni Unite l’Istituto Italo-Latino Americano (IILA) e’ venuto a New York per rinnovare le sue radici storiche e mettere in pratica la sua capacita’ di promuovere il dialogo politico anche in chiave europea.

“In questo sensi stiamo analizzando e comprendendo che molte delle attività dell’IILA possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi 2030, dalla gender equality all’istruzione di qualità, un lavoro decente e la crescita economica”, ha detto il segretario generale dell’Istituto, Donato Di Santo, al taglio del nastro di una mostra documentario-fotografica sui 50 anni dell’istituto. “Nel dicembre 2017, al termine della Ottava Conferenza Italia-America Latina al Ministero degli Esteri, i membri dei 21 paesi membri formalizzeranno una dichiarazione che manderemo al segretario generale dell’Onu Antonio Guterres  come primo passo di una più efficace collaborazione”, ha detto Di Santo: “Sara’ il nostro piccolo contributo verso l’avvicinarsi di forme concrete di collaborazione e sinergie”.

Fanfani fu anche presidente, l’unico italiano nella storia dell’Onu, dell’Assemblea Generale nel 1965. “Fu lui che ebbe la visione di conservare i legami tra italia e Paesi Latino Americani”, ha detto il Rappresentante permanente italiano all’Onu Sebastiano Cardi portando l’IILA a modello di cooperazione multilaterale e amicizia in campi più diversi dalla scienza alla protezione dei beni culturali e al mondo dell’imprenditoria. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*