Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Al Maxxi di Roma una mostra per raccontare la storia di Amref, ong che ha a cuore l’Africa

Amref Il testimonial Pif

ROMA, 28 SETTEMBRE – All’inizio furono tre ‘dottori volanti’ di Amref con aereo e ponti radio a portare la salute nei posti più remoti dell’Africa. Oggi sono gli operatori di comunità e la nuova tecnologia, a base di cellulari e mobile, a tentare di dare un sollievo ad un continente in perenne sofferenza.

Amref

Il testimonial Pif

Alla storia degli umanitari di Amref e della ”loro Africa” è dedicata la mostra-evento che al  Maxxi di  Roma, dal 13 al 18 ottobre, racconterà con immagini e storie come sono cambiate l’ ong e l’Africa, i tanti volti noti che sostengono Amref, e l’archivio audio-visivo dell’organizzazione riconosciuto dal Ministero Beni Culturali. La nostra celebra i 60 anni della più grande organizzazione che si occupa di salute in Africa, un’organizzazione che ogni anno aiuta con i suoi progetti oltre 10 milioni di persone, nelle comunità più remote dell’Africa.

Amref

Artisti per Amref

‘Dove nessun altro arriva. Un volo lungo 60 anni” è proprio il racconto di come l’Africa è cambiata, di come sono cambiati i modi di pensarla e di aiutarla. Nel 1957 tre medici decisero di portare salute là dove nessuno ancora arrivava, dove ospedali e centri sanitari erano lontanissimi e irraggiungibili. Scelsero aeroplani e ponti radio. Da quel giorno, per coprire le distanze che separano una madre che vuole salvare suo figlio da un centro medico, ai Dottori Volanti si sono aggiunti gli operatori di salute scelti e formati all’interno delle comunità e, non ultime, le nuove tecnologie come mobile e e-learning.

Amref

Giobbe Covatta

Le protagoniste del percorso mostra saranno le foto di 60 anni di attività. Dal bianco e nero di un aereo che atterra nel nulla, fino alle immagini a colori degli operatori di salute di comunità formatisi tramite cellulari. Foto che raccontano progetti, ma anche persone: dai primi Dottori Volanti fino ai testimonial che hanno accompagnato la storia di Amref, negli splendidi ritratti di Francesco Cabras. Protagonisti come Fiorella Mannoia, Roberto Saviano, PIF, Giobbe Covatta, Erri De Luca, Neri Marcorè, Alex Braga, Lillo e Greg, Sergio Cammariere, Riccardo Iacona, Alessandro Preziosi, Claudia De Lillo, Cecile, Ludovico Fremont, Remo Girone, Paolo Briguglia, Corrado Augias, Marco Baliani, Lella Costa e Sveva Sagramola.Amref

In occasione della serata d’apertura, Amref lancerà il suo Archivio Storico Audio-visivo, riconosciuto dal MIBACT come patrimonio di ”interesse storico particolarmente importante” . Saranno presenti i partner che  hanno permesso  ad Amref di realizzare questo sogno: l’AAMOD, che ha condotto il lavoro di catalogazione, recupero e valorizzazione dei materiali storici, e che renderà pubblico nei prossimi mesi,  attraverso i

Amref

Sagramola per Amref

suoi canali web, l’archivio di Amref; REGESTA, per la creazione del gestionale di oltre 30.000 immagini in possesso di Amref; i volontari che hanno generosamente supportato queste preziose attività di salvaguardia del patrimonio storico.

L’inaugurazione della mostra-evento  sarà arricchita da un aperitivo offerto da chef Cristina Bowerman, già al fianco di Amref come testimonial nella sua campagna contro la malnutrizione. Sono previsti gli interventi della Presidente Onorario di Amref, Ilaria Borletti Buitoni, del Presidente Mario Raffaelli e del Segretario Generale del Maxxi, Pietro Barrera.

(@novellatop,  28 settembre  2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*