Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Giuseppina De Marco e Tommaso Mure’: all’Onu come Youth Delegates, prima volta per l’Italia

NEWYORK, 30 SETTEMBRE – Un esperienza “vera”, “a 360 gradi”, con la straordinaria possibilità di parlare a titolo nazionale davanti ai delegati delle Nazioni Unite. Per due universitari italiani, Giuseppina De Marco e Tommaso Mure’, la grande avventura al Palazzo di Vetro e’ cominciata.

 

“Cerchiamo di restare con i piedi per terra”, dice a OnuItalia Tommaso, 25 anni, Scienze Politiche a Roma Tre, indicando con emozione le credenziali azzurre con la D dei diplomatici accreditati al Palazzo di Vetro. Con Giuseppina, 23 anni e l’ultimo anno di Giurisprudenza a Bologna con un focus sul diritto delle organizzazioni internazionale, Tommaso e’ uno dei due studenti che partecipano  a nome dell’Italia ai lavori dello United Nations Youth Delegate Programme (UNYDP) . Il programma, cui aderiscono 38 Paesi, prevede l’inclusione di un centinaio di giovani leader, usualmente universitari, nelle attivita’ delle missioni diplomatiche nazionali presso l’ONU. Per l’Italia, ed e’ la prima volta, l’iniziativa e’ stata organizzata dalla Societa’ Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI) in collaborazione con il Ministero degli Esteri e le due università di provenienza.

“C’e’ una grande differenza con altre esperienze simili come gli stage, o i Model UN, o il volontariato: fin dal primo giorno siamo stati inseriti a lavorare fianco a fianco della squadra italiana all’ONU in modo attivo”, spiega Tommaso, mentre Giuseppina ricorda l’emozione della scorsa settimana quando i due universitari, avendo saputo che avrebbero partecipato a una riunione, sono finiti in Consiglio di Sicurezza, nel meeting sulla situazione in Myanmar con il Segretario Generale Antonio Guterres: “Per noi che a scuola abbiamo studiato queste materie, trovarci in quella sala ha avuto una valenza veramente speciale”.

Davanti ai due ragazzi italiani ci sono adesso tre settimane altrettanto speciali: “Siamo stati colpiti dalla volontà della Missione di metterci alla prova integrandoci al cento per cento nel loro lavoro”. In Terza Commissione, quella che si occupa di diritti umani e dunque anche dei temi della gioventù, De Marco e Mure’ rappresenteranno la prossima settimana le istanze dei loro coetanei italiani, riconoscendo il cammino che resta ancora da compiere, ma anche i passi avanti fatti dal paese. Con grande soddisfazione, Giuseppina e Tommaso hanno appreso dalla nuova Youth Envoy del Segretario Generale, Jayathma Wickramanayake di Sri Lanka, che l’Italia e’ stato il primo paese che ha dato un contributo al suo ufficio da quando e’ entrata in carica.

Il mandato dello Youth Delegate dura un anno: per i due universitari l’esperienza “totalizzante” di questi giorni non si concludera’ al Palazzo di Vetro. Lasciata New York, i due giovani delegati incontreranno studenti di scuole superiori e universita’, rappresentanti di organizzazioni giovanili e studentesche per condividere la propria esperienza, promuovere le attivita’ e il sistema ONU e presentare il Programma, perché, spiegano questi due ragazzi che saranno gli adulti del 2030, “non e’ questo il momento per chiudersi sui libri. Pensare agli esami non basta, bisogna guardarsi intorno, al mondo che ci circonda”, dice Tommaso, e Giuseppina gli completa la frase: “Bisogna pensare a un futuro più ampio, un futuro in cui la sostenibilita’ diventi davvero parte di ogni singolo gesto della nostra vita quotidiana”. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*