Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Lanciata campagna contro pesca eccessiva e sprechi, WeMove a Ue: Salvate i mari

Pesca

ROMA, 9 OTTOBRE – La piattaforma online WeMove lancia una petizione per chiedere interventi finalmente seri nel settore della pesca, per ”salvare i nostri mari”. Secondo l’organizzazione ”internet è pieno di foto accattivanti di gatti dolcissimi o i panda adorabili. Ma quando è stata l’ultima volta che hai visto la foto di un pesce in rete? Magari non sono carini come un cucciolo da accarezzare, ma i pesci sono assolutamente fondamentali per la salute del nostro ecosistema”.Pesca
In effetti ogni anno, secondo dati convergenti,  vengono pescati molti più pesci di quelli che vengono venduti. A decine di migliaia vengono pescati e poi ributtati in mare, morti o quasi. E tutto questo, insiste We Move, perché le industrie pescano troppo. Sono talmente tanti i pesci cui spetta questa sorte che in alcuni casi si verifica una vero e proprio spopolamento.
Oggi i Ministri degli Affari Marittimi e delle Politiche Agricole si riuniranno per discutere le quote annuali di pesca consentite.  Ogni anno gli obiettivi da raggiungere sembrano più vicini grazie alle pressioni dei nostri partner, e quella per proteggere i nostri mari è una battaglia nella quale molti si sono impegnati per convincere diversi politici della necessità di agire.
Quando la Commissione Ue ha iniziato a lavorare su una strategia per fermare l’inquinamento da plastica dei nostri mari, si sono mobilitati in tantissimi per essere sicuri che non ci fossero pressioni da parte delle lobby produttrici di plastica. ”Insieme ai nostri partner – ricorda We Move – centinaia di migliaia si sono attivati, hanno firmato una petizione, fatto donazioni per finanziare i cartelloni da mettere di fronte agli Uffici della Commissione a Bruxelles. E ha funzionato. Solo qualche giorno fa, Frans Timmermans, rappresentante di rilievo all’interno dell’Ue, ha dichiarato di essere  ‘alleato’ nella lotta contro la plastica. Ha, in questo modo, mandato un segnale forte: le politiche europee per eliminare la plastica saranno ambiziose e serie. ”Possiamo sfruttare questo momento cruciale per assicurarci che venga mantenuta anche un’altra promessa fondamentale: tutelare i nostri mari e i pesci che li abitano”.pesca
Qualche dato

● Sul versante Nord Est del mar Atlantico la pesca eccessiva supera il 40%, il numero sale al 90% per quel che riguarda il Mediterraneo;
● Decine di migliaia di pesci continuano a essere trattati come veri e propri rifiuti ogni anno;
● La pesca eccessiva costa molto all’Europa: se ci concentrassimo su una gestione efficace degli stock ittici si creerebbero migliaia di posti di lavoro e l’Europa guadagnerebbe miliardi di euro in più.
(@novellatop, 9 ottobre  2017)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*