Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Afghanistan: a base italiana primo simposio sulla corruzione, collegate Cagliari ed Herat

Afghanistan

HERAT, 13 OTTOBRE – Per la ricostruzione di un paese come l’Afghanistan occorrono aiuti civili e militari, ma anche un’attenzione particolare a fenomeni sociali come quello della corruzione. Con l’obiettivo di realizzare le possibili e necessarie misure volte ad ostacolare il fenomeno, si è tenuto presso Camp Arena, sede del Comando del contingente italiano, il 1° Simposio sul tema del ”Contrasto alla corruzione nella pubblica amministrazione” tenuto a favore delle forze di sicurezza afgane di Herat per approfondire e dibattere argomenti relativi al quadro normativo vigente.Afghanistan

Il Simposio, unico nel suo genere in Afghanistan, ha visto la partecipazione di figure di spicco del mondo giuridico, legale e accademico italiano grazie ad un collegamento in diretta video con il Tribunale di Cagliari e con il Post Conflict Operation Center di Torino che hanno interagito sul tema con il Procuratore Generale di Herat davanti ad una nutrita platea di autorità civili e militari afgane tra cui il governatore e il sindaco della città afghana.

AfghanistanL’intervento del generale Massimo Biagini, comandante del TAAC WEST, ha aperto i lavori del Simposio affrontando il tema della corruzione dal punto di vista della motivazione e onestà, aspetti fondamentali per svolgere il proprio servizio nell’ambito delle istituzioni pubbliche.

Sono intervenuti poi l’avvocato Giuseppe Ledda, Direttore della Scuola della Camera Penale di Cagliari,  Maria Alessandra Pelagatti capo della Procura di Cagliari, Paolo De Angelis, magistrato della Procura del capoluogo sardo insieme con Rita Debola la Presidente dell’Ordine degli Avvocati della città e  Gian Mario Demuro docente di diritto costituzionale hanno dibattuto con il Procuratore Generale di Herat, Abdul Haq Amahdi mettendo a disposizione della platea esperienze e conoscenze giuridico legali di altissimo profilo. La sinergia creata tra professionisti e docenti di Paesi ed esperienze diverse, hanno saputo offrire spunti comuni per trovare misure di contrasto al fenomeno della corruzione.Afghanistan

Il Simposio ha fatto il punto su aspetti dottrinali del diritto penale ma soprattutto su concetti e applicazioni pratiche, focalizzando l’attenzione degli intervenuti su temi attualissimi nel difficile contesto afgano, materie che la missione Resolute Support (RS) affronta in stretta coordinazione con le autorità locali per garantire al Paese crescita e sviluppo nella totale legalità.

Per il Train Advise and  Assist Command West si tratta d’ un ulteriore iniziativa volta a sostenere il processo di formazione e professionalizzazione delle forze di sicurezza locali non solo in aspetti tecnico-pratici militari ma – come stabilito dalla missione RS e dal governo di Kabul – favorendo la crescita etica e morale dei nuovi quadri.

(@novellatop,  13 ottobre  2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*