Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Iraq: campagna d’emergenza della Fao per la salute animale nell’area di Mosul

Iraq

BAGHDAD, 25 OTTOBRE – La FAO ha lanciato una campagna d’emergenza per la salute animale nell’area irachena di Mosul, recentemente liberata dall’occupazione dell’ISIS. La campagna mira a proteggere e valorizzare i beni di circa 210.000 persone che dipendono dall’allevamento del bestiame come fonte di cibo e di reddito nel Governatorato di Ninewa – di cui Mosul è la capitale. Il programma prevede la vaccinazione di quasi 1 milione di pecore, capre, bovini e bufali e la distribuzione di 1.500 tonnellate di alimenti altamente nutritivi per 60.000 capi di bestiame. La campagna è attuata in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura dell’Iraq, e con i finanziamenti dell’Iraq Humanitarian Fund.
Il Governatorato di Ninewa è stato profondamente colpito dal conflitto da quando l’ISIS ha assunto il controllo dell’Iraq centrale e nordoccidentale nel 2014. Il conflitto ha causato un milione di sfollati, la maggioranza dei quali rimane all’interno dei confini del governatorato in comunità ospitanti o in campi d’accoglienza. Molte famiglie sono scappate dalle proprie case portando con sè gli animali, la maggior dei quali non sono stati vaccinati sin da quando l’ISIS ha preso il controllo della zona. Fao

La FAO teme che questi animali possano trasportare malattie epidemiche molto contagiose, che possono diffondersi rapidamente attraverso frontiere nazionali e internazionali, verso altre razze e persone, con gravi conseguenze socio-economiche e sanitarie.
“Se non vengono prese misure immediate, gli effetti sulla produzione zootecnica e sulla sicurezza alimentare potrebbero essere devastanti”, ha dichiarato Fadel El-Zubi, Rappresentante della FAO in Iraq. “Attraverso questa campagna per la salute animale, la FAO mira a contenere e prevenire epidemie di malattie a Ninewa e in tutto l’Iraq ed evitare che queste malattie possano diffondersi in altri paesi della regione”.

L’iniziativa guidata dalla FAO è la prima campagna onnicomprensiva di salute animale nella zona di Mosul dopo l’arrivo dell’ISIS nel 2014. In tutto il governatorato, le cui parti rimanenti sono state riconquistate nel mese di agosto di quest’anno, la FAO prevede di vaccinare gli animali contro sei malattie: il vaiolo degli ovi caprini, la brucellosi, l’enterotossiemia, il carbonchio sintomatico, la dermatite nodulare contagiosa, e l’afta epizootica.

 

(@novellatop,  25 ottobre  2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts