Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Corridoi umanitari: oggi a Fiumicino 150 profughi; Giro, “dopo mille arrivi non ci si ferma”

ROMA FIUMICINO, 26 OTTOBRE – “Non ci si ferma dopo 1.000 arrivi, sia il Ministero degli Esteri che dell’Interno ripeteranno l’eccellenza dei corridoi umanitari”, ha annunciato il viceministro degli Esteri Mario Giro dopo aver dato il benvenuto a un nuovo gruppo di 120 profughi siriani giunto questa mattina all’aeroporto di Fiumicino dal Libano.

L’arrivo si è reso possibile grazie all’iniziativa umanitaria promossa da Comunitá di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (Fcei) e Tavola Valdese, “un modello che rappresenta un’alternativa concreta ai viaggi sui barconi nel Mediterraneo”, ha detto Giro. Con questo nuovo gruppo, costituito da famiglie con minori, è stato raggiunto il traguardo il numero delle mille persone arrivate in sicurezza e legalmente in Italia dal febbraio 2016, in accordo con i ministeri degli Esteri e dell’Interno.

Poco dopo lo sbarco dal volo Alitalia da Beirut, atterrato intorno alle 6.40, sono scattate le consuete procedure di accoglienza per i migranti, che sono stati accompagnati dalla Polizia di Frontiera in un’area dello scalo predisposta appositamente per effettuare il disbrigo delle pratiche individuali, tra cui l’identificazione anche con il riscontro delle impronte digitali. A seguire la fase di smistamento per l’affidamento ai centri di accoglienza e alle famiglie, giá individuati in varie parti d’Italia, per avviare il reinsediamento e l’integrazione.

Ad accogliere in mattinata i profughi nello scalo romano c’erano, tra gli altri, il vice ministro degli Esteri, Mario Giro; il presidente della Comunitá di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, Paolo Naso, per le Chiese protestanti italiane, e rappresentati del ministero dell’Interno. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts