Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siria: armi chimiche, Italia per rinnovo squadra esperti Opac-Onu

NEW YORK, 7 NOVEMBRE – Profondamente preoccupata per i risultati del rapporto del meccanismo investigativo congiunto di Onu e Opac sulla Siria, nel quale si afferma che l’attacco chimico al sarin di Khan Sheikhoun dello scorso aprile e’ stato condotto dal regime di Bashar al Assad, l’Italia ha raccomandato il rinnovo del meccanismo di indagine congiunto delle due organizzazioni (JIM) il cui mandato scade il 17 novembre.

“In totale per ora il team di esperti ha verificato quattro attacchi chimici condotti dal regime di Assad e due dall’Isis. Quello che e’ avvenuto a Khan Sheikoun è totalmente inaccettabile, e conferma la scala abissale delle sofferenza umana nella guerra in Siria”, ha detto il Rappresentante Permanente Italiano all’Onu, e presidente di turno del Consiglio di Sicurezza, Sebastiano Cardi, durante una riunione dei Quindici dedicata all’inchiesta sull’uso delle armi proibite. Secondo Cardi, il JIM e’ uno “strumento fondamentale”, la cui “professionalita’ e indipendenza e’ tenuta in grande considerazione e fiducia”.

“Episodi come quello di Khan Sheikhoun nell’aprile 2017 e a Umm House nel settembre 2016 sono un tragico promemoria che il diritto internazionale e le risoluzioni del Cds continuano a essere violate”, ha detto Cardi, sottolineando che “finché nessuno verra’ ritenuto responsabile per questi atti barbari, il rischio che si ripetano rimarrà e crescerà”.

 

Stati Uniti e Russia sono su sponde opposte delle barricate sul rapporto dall’Opac, che per la Russia si basa su contenuti “mitici o semplicemente inventati”, mentre gli Stati Uniti e’ la prova della necessita’ di andare a fondo sulle malefatte del regime di Bashar al-Assad. La Russia ha messo il veto su una prima proroga della missione di esperti e al momento sul tavolo ci sono due risoluzioni divergenti: Mosca che vuole limitare il rinnovo a sei mesi e Washington che punta a due anni.  (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*