Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Comitato italo-palestinese: Alfano, realizzare un ‘Erasmus del Mediterraneo’

Palestina

ROMA, 10 NOVEMBRE – ”Un grande Erasmus del Mediterraneo”: è una delle idee emerse durante la terza riunione del Comitato Ministeriale Congiunto italo-palestinese, presieduta dal ministro degli Esteri Angelino Alfano e dal suo omologo Riad Malki, assistititi da due nutrite delegazioni (MIUR e MIBACT per parte italiana e Ministero del Governo Locale e dell’Economia per parte palestinese),  conclusasi alla Farnesina con un incontro bilaterale nel corso del quale sono state esaminate le principali questioni di attualità regionale.

Palestina

I lavori del Comitato

E’ stato inoltre fatto il punto sugli sforzi in corso per la ripresa di una dinamica negoziale tra israeliani e palestinesi; e a margine sono stati sottoscritti vari accordi e intese per rafforzare ulteriormente la cooperazione bilaterale con particolare attenzione al settore culturale. In precedenza si era svolto il seminario ”Turning Culture into Sustainable Development: Italian-Palestinian Cooperation in the Protection of Cultural Heritage”..

”Crediamo profondamente nell’importanza delle relazioni culturali per rafforzare i rapporti esistenti tra i nostri Paesi”, ha detto a proposito della cooperazione  culturale Alfano che ha aggiunto: ”l’Italia considera la cultura il ‘quarto pilastro’ dello sviluppo sostenibile, assieme alla crescita economica, all’inclusione sociale e all’equilibrio ambientale”. ”Uno degli obiettivi che puntiamo realizzare e che abbiamo affrontato nel corso del forum e dei colloqui bilaterali è anche quello di realizzare un grande ”Erasmus del Mediterraneo’, per scommettere sul capitale umano dei giovani e favorire il dialogo per la pace e la sicurezza nel Mediterraneo” ha chiuso il titolare della Farnesina.

A latere del Comitato Congiunto, Alfano ha firmato alcune intese bilaterali con il suo omologo palestinese: un protocollo di intesa tra i Ministeri degli Affari Esteri per il rafforzamento della cooperazione tra i Corpi diplomatici al fine di familiarizzare con le modalità organizzative e lavorative dei rispettivi Corpi diplomatici; un accordo intergovernativo sul rafforzamento integrato del sistema sanitario palestinese (R.I.N.G.), che mira alla realizzazione di reparti specializzati; la fornitura di attrezzature mediche; l’aggiornamento dei medici, degli infermieri e del personale amministrativo, attraverso una specifica assistenza tecnica; un Accordo Tecnico sull’inclusione finanziaria in Palestina (FINPAL) che ha come obiettivo il rafforzamento delle capacità degli attori chiave, pubblici e privati, che operano nell’ambito dell’offerta del mercato finanziario palestinese e infine il MoU “Pegase” per dare sostegno al settore sanitario palestinese con 1 milione di euro.

Palestina

Alfano e Malki

Anche il tema della collaborazione culturale  e nel settore dell’istruzione ha costituito oggetto di alcune specifiche intese firmate dal Sottosegretario del MIUR De Filippo e dal Sottosegretario del MiBACT Bianchi con la controparte. Sono state infatti sottoscritte in presenza del Ministro Alfano un’intesa per la lotta al traffico illecito di beni culturali, con l’ obiettivo di creare una banca dati dei beni culturali sottratti in Palestina che prevede l’assistenza da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale presso il MiBACT; un accordo intergovernativo per il riconoscimento dei titoli di studio insieme al MIUR, che stabilisce le procedure per il riconoscimento reciproco dei titoli di studio di istruzione superiore e universitaria rilasciati in Italia e in Palestina e una dichiarazione congiunta in materia di cooperazione turistica, che prevede la realizzazione di diverse attività mirate all’aumento dei flussi turistici tra l’Italia e la Palestina, e alla promozione del turismo culturale e religioso.

Infine, il Vice Comandante dell’Arma dei Carabinieri Coppola ha firmato il Protocollo di Intesa per la formazione delle Forze di sicurezza palestinesi assieme al Gen. Jibrini e il Presidente dell’ICE Scannavini ha siglato con il Presidente di PalTrade Asfour un Protocollo di Intesa tra ICE-Agenzia e PalTrade

A margine del programma istituzionale del Comitato, si è inoltre svolta nel pomeriggio, presso la sede di Confindustria Giovani, la seconda riunione del Joint Business Forum italo-palestinese; un’occasione che ha aperto nuove prospettive di collaborazione bilaterale per il commercio e gli investimenti.

(@novellatop, 10 novembre  2017)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*