Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Spirit in the Stone: in mostra all’Onu tecnologia italiana per cultural heritage

NEW YORK, 22 NOVEMBRE – Non c’e’ solo, da parte dell’Italia, l’impegno politico che ha portato all’accordo con l’Unesco per i caschi blu della cultura o alle Nazioni Unite all’adozione, lo scorso marzo, della risoluzione 2347 “Unite4Heritage”. C’e’ anche l’alta tecnologia italiana messa a disposizione di centri assaltati dall’Isis come Palmira. All’Onu ne fa da testimone la statua della dea Allat, l’Atena preislamica dei Nabatei in Siria. “Benedira’ chiunque non sparge sangue in questo santuario”, era scritto nel tempio distrutto dai jihadisti.

“Abbiamo applicato la nostra tecnologia, non per costruire, ma per ricostruire quanto e’ stato distrutto”, ha detto il Rappresentante permanente italiano, Sebastiano Cardi, al taglio del nastro della piccola mostra “The Spirit in the Stone” organizzata in collaborazione con l’Institute of Digital Archaeology di Oxford. Per il sottosegretario agli esteri, Enzo Amendola, “ricreare la bellezza di Palmira e’ la risposta che vogliamo dare a chi distrugge l’eredita’ culturale di un popolo”. Il presidente dell’Assemblea generale Miroslav Lajcak ha sottolineato “un messaggio importante di unita’ e resilienza”: esseri umani hanno distrutto queste opere, esseri umani le hanno ricostruite.

Con la statua di Allat un grande tendone riproduce, all’ingresso dei diplomatici al Palazzo, l’Arco monumentale di Palmira ricostruito dai robot della TorArt di Carrara. Da quando l’originale e’ stato distrutto, la copia a grandezza quasi naturale ha girato ormai mezzo mondo: da Trafalgar Square a Londra, a New York davanti a City Hall, a Dubai, al G7 di Firenze e piu’ di recente ad Arona.

Per tre mesi, a partire dallo scorso aprile, la cittadina sul Lago Maggiore e’ stata protagonista di “Passing through, moving forward”, un evento che ha consentito di sperimentare il passaggio sotto all’arco ricostruito in modo identico a quello di 2 mila anni fa. E’ proprio l’immagine uno a uno della piazza di Arona che accoglierà nei prossimi giorni i delegati dell’Onu con soddisfazione del sindaco Alberto Gusmeroli che ha presenziato al Palazzo di Vetro al taglio del nastro. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*