Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Alfano-Le Drian: all’Onu si discuterà sui maltrattamenti migranti in Libia

CANBERRA, 26 NOVEMBRE – Appena arrivato in Australia per una visita di tre giorni, il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano,  ha avuto un colloquio telefonico con il collega francese, Jean-Yves Le Drian. Al centro della conversazione: la richiesta di Parigi di discutere il maltrattamento dei migranti in Libia nel consiglio di sicurezza, di cui l’Italia ha la presidenza nel mese di novembre.

 “Il Ministro le Drian mi ha contattato per tracciare un lavoro comune in sede ONU sul tema dei migranti e del contrasto al traffico di esseri umani in Libia”, ha spiegato Alfano. “L’Italia è da tempo impegnata su questo fronte e condivide pienamente l’importanza di mantenere alta l’attenzione della comunità internazionale”. “Proprio per questo – ha aggiunto il titolare della Farnesina – abbiamo dedicato gli appuntamenti qualificanti della nostra Presidenza in CdS ONU alla sicurezza nel Mediterraneo, alla Libia – che ho voluto presiedere personalmente -, ai rifugiati e ai migranti e, proprio nei giorni scorsi, al traffico di esseri umani.”

“Le terribili immagini sui maltrattamenti dei migranti che attraversano la Libia sono sotto i nostri occhi e ci colpiscono profondamente. Accogliamo dunque la proposta di Parigi di convocare un briefing del Consiglio di Sicurezza sulla situazione dei migranti in Libia come un’ulteriore occasione di riflessione. Siamo certi che la Francia, nella riunione che abbiamo calendarizzato per settimana prossima, saprà offrire un valore aggiunto e un contributo fattivo alla nostra azione in Consiglio di Sicurezza, – ha concluso Alfano –  e siamo pronti a lavorare insieme su progetti comuni”.

OI, 26-11-2017

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*