Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

CPI: Assemblea Stati Parte ratifica giurisdizione su crimine di aggressione

Cardi ferma orologio per arrivare a consenso

NEW YORK, 15 DICEMBRE –  L’Assemblea degli Stati Parte della Corte Penale Internazionale ne ha esteso la giurisdizione al crimine di aggressione. L’importante decisione e’ stata presa nella notte alle Nazioni Unite nel corso di una riunione co-presieduta dal Rappresentante Permanente italiano all’Onu Sebastiano Cardi che allo scadere della mezzanotte ha “fermato l’orologio” per consentire al negoziato di arrivare a conclusione.

Il crimine di aggressione, definito nello Statuto di Roma della Corte Penale, riguarda azioni militari in violazione della Carta delle Nazioni Unite e include invasioni, occupazioni
militari, annessioni con l’uso della forza, bombardamenti e blocco militare di porti.
Le definizioni e le condizioni per l’esercizio della giurisdizione su questo crimine, adottate per consenso nella conferenza di revisione di Kampala del 2010, sono state ratificate all’Onu nella riunione di ieri notte.

Alla fine si e’ arrivati a una soluzione consensuale sulla risoluzione che attiva la giurisdizione. Dopo la presa d’atto che la facilitazione aveva esaurito in maniera infruttuosa ogni possibile tentativo di mediazione, e’ stato chiesto ai due vice Presidenti di assumere la responsabilita’ di mettere sul tavolo una proposta finale di compromesso da prendere o lasciare. Sono seguite febbrili consultazioni, varie sospensioni della sessione, una ulteriore richiesta franco-britannica di emendamento (bocciata pero’ dalla sala), ma alla fine la proposta e’ stata posta in adozione e approvata per consenso.

Come gia’ a Kampala nel 2010, la determinazione tedesca di vedere a tutti i costi il crimine di aggressione operativo nell’ambito della giurisdizione della CPI – il crimine di aggressione ha storicamente le sue radici nel processo di Norimberga – ha portato a un compromesso lungo la linea del minimo comune denominatore, che permette di affermare che la prima Corte Penale Internazionale permanente ha finalmente competenza (sia pure entro limiti molto ristretti: solo nelle relazioni tra gli Stati parte che hanno ratificato, e dunque non Usa e Russia ad esempio) sul crimine di aggressione. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts