Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia, per Al Sisi è necessaria una intesa Egitto-Italia

IL CAIRO, 18 DICEMBRE – Per la soluzione della crisi libica è necessaria una intesa tra Roma e Il Cairo: lo ha detto il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi incontrando il ministro italiano degli interni, Marco Minniti. La notizia è stata riferita in un comunicato della presidenza egiziana, che ha sottolineato come l’intesa tra i due paesi passi “attraverso la ricostruzione delle istituzioni dello Stato libico, in primis l’esercito nazionale”.

Il colloquio italo-egiziano, che si è svolto domenica al Cairo, proprio mentre a Tunisi si concludeva l’incontro dei ministri degli esteri di Tunisia, Egitto e Algeria sulla Libia, è servito anche ad affrontare il caso di Giulio Regeni, che da tempo divide le due capitali. Secondo la nota egiziana, il presidente Al Sisi “ha ribadito la necessità di rafforzare il rapporto bilaterale a tutti i livelli, per conseguire un partenariato strategico tra due paesi amici.”

Dal testo della nota emerge inoltre la volontà anche egiziana di trovare un’intesa secondo la roadmap dell’inviato speciale dell’Onu, Ghassam Salamé, su limitate modifiche all’accordo raggiunto in Marocco due anni fa: in particolare una revisione della composizione del consiglio presidenziale al fine di preparare le elezioni da tenere entro l’anno prossimo.

Minniti ha espresso apprezzamento per il lavoro che la parte egiziana sta facendo per la riorganizzazione in vista di una riunificazione delle forze militari libiche.  Sull’immigrazione illegale il ministro ha espresso apprezzamento per quello che si è fatto da parte egiziana per l’azzeramento dei flussi verso l’Italia tra il 2016 e il 2017. Dal canto suo, Al Sisi ha chiesto a Minniti quali siano le prospettive per i campi per migranti e profughi in Libia e il ministro ha illustrato quanto ha fatto l’Italia: l’aiuto alla Guardia costiera e al rafforzamento del controllo delle frontiere e gli accordi con l’Oim per un ricorso massiccio ai rimpatri assistiti.

Intanto, al termine della riunione di Tunisi sulla Libia, i ministri degli esteri di Tunisia (Khemaies Jhinaoui), Egitto (Sameh Shokri) e Algeria (Abdelkader), hanno “rinnovato il loro sostegno all’accordo politico come strumento per una soluzione politica alla crisi libica. Hanno anche accolto “con favore la dichiarazione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu del 14 dicembre 2017” e riaffermato “il ruolo centrale e la responsabilità politica e giuridica delle Nazioni Unite”, rifiutando ” ogni ingerenza esterna in Libia” e “ogni tentativo di qualsiasi parte libica per far fallire il processo politico”.

OI, 18-12-2017

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts