Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione: Alfano, al passo con i più elevati standard internazionali

cooperazione Angelino Alfano

ROMA – ”Nel corso della mia recente missione in Niger, Senegal e Guinea Conakry ho potuto verificare personalmente l’apprezzamento e la gratitudine riscossi a ogni livello dall’Italia, per i tanti progetti realizzati dalla nostra Cooperazione, pilastro portante della nostra azione di governo e per la proiezione esterna dell’Italia”: lo ha detto il ministro degli esteri Angelino Alfano partecipando venerdì  al Comitato Interministeriale per la Cooperazione allo Sviluppo (CICS), presieduto a Palazzo Chigi dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. 

gentiloni

Paolo Gentiloni

Nel corso del vertice – e a ridosso della la prima Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo che si terrà il 24 e il 25 prossimi –  è stato approvato il Documento triennale di programmazione e indirizzo 2017-2019, principale quadro di riferimento strategico per l’intero sistema italiano di cooperazione. Il Comitato ha inoltre approvato la relazione sull’attuazione delle politiche di Cooperazione nel 2016 e le Linee guida per progetti di cooperazione in ambito ‘Energia e Sviluppo’.

”Nel 2016 – ha proseguito Alfano – l’ammontare dell’aiuto pubblico allo sviluppo (Aps) è stato pari a 4,5 miliardi di euro, ossia lo 0,27% del reddito nazionale lordo, in deciso aumento rispetto al 2015. Con il Documento triennale di programmazione e indirizzo 2017-2019 abbiamo voluto rafforzare ulteriormente il nostro impegno e dotare la Cooperazione Italiana di indirizzi strategici condivisi e al passo con i più elevati standard internazionali”.

La Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo, organizzata dal ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale e dall’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo (Aics), è stata intitolata ”Co(opera).Novità e futuro: Il mondo della Cooperazione Italiana”, ed è prevista la partecipazione, fra gli altri, del presidente del consiglio Gentiloni; di Alfano; del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda; del ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti; del presidente della Repubblica Centrafricana, Faustin-Archange Touaderà; del ministro delle Finanze senegalese Amadou Ba; del commissario europeo per la Cooperazione e lo sviluppo, Neven Mimica, oltre ai rappresentanti delle organizzazioni internazionali e dell’associazionismo.
(@novellatop,  22 gennaio 2018)
The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts