Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Corridoi Umanitari: 150 profughi arrivati in Italia da Libia, iniziativa UNHCR con Caritas

PRATICA DI MARE,14 FEBBRAIO –  Centocinquanta profughi dalla Libia sono da oggi al sicuro in Italia. Sono arrivati questa sera, in maggioranza eritrei e tante donne,  all’aeroporto militare di Pratica di Mare (Roma) dove ad attenderli c’era la Caritas Italiana, insieme a rappresentanti del Governo italiano e dell’UNHCR che ha organizzato l’iniziativa. Nel quadro degli accordi tra Conferenza episcopale italiana e Governo per l’apertura di canali sicuri di ingresso, è la seconda evacuazione umanitaria dal paese nord africano, dopo quella del 22 dicembre scorso.

“A questo punto abbiamo aiutato mille profughi bloccati in Libia a trasferirsi in luoghi piu’ sicuri”, ha commentato il capo di UNHCR, Filippo Grandi.

Caritas Italiana aveva chiesto al Ministero degli Esteri l’emissione dei visti di ingresso. “Un ringraziamento va, dunque, alla Farnesina, al Ministero dell’Interno e all’Unhcr che hanno assicurato il buon esito dell’operazione. Il prezioso supporto logistico di Caritas di Roma ed il qualificato lavoro degli operatori delle Caritas diocesane di Aversa, Benevento e Palestrina, hanno permesso a Caritas Italiana di svolgere tutte le attività collegate alle operazioni di sbarco”, sottolinea la Ong cattolica.

I rifugiati hanno vissuto a lungo in difficili condizioni di detenzione e sono di nazionalita’ eritrea , somala, etiope e sud sudanese. Sono 73 donne, 59 uomini e 18 minori. L’Alto Commissariato per i Rifugiati ha ringraziato il Governo italiano e le istituzioni che hanno reso possibile la realizzazione di questa seconda tappa dei canali umanitari che proseguiranno anche nelle prossime settimane in relazione alle disponibilita’ di accoglienza che verranno offerte. Ad attendere questi profughi ci sono ora i progetti di accoglienza sui territori dove la rete delle Caritas diocesane. Per don Francesco Soddu, direttore della Caritas Italiana, “questa operazione è un ulteriore tassello che si aggiunge al percorso intrapreso dalla Chiesa Italiana nella promozione ed implementazione di vie legali e sicure d’ingresso. Tra 15 giorni arriveranno altre persone dall’Etiopia nell’ambito del programma Corridoi umanitari, a testimoniare, ancora una volta, che solo aprendo canali d’ingresso legali potremo gestire le migrazioni”.  (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*