75 anni dell’Onu: Sereni, incrollabile impegno Italia verso Carta Nazioni Unite

319

ROMA/NEW YORK, 26 GIUGNO – “L’impegno dell’Italia nei confronti del multilateralismo e della Carta delle Nazioni Unite e’ incrollabile. Abbiamo tutti bisogno di una organizzazione capace di rispondere con efficacia alle pressanti sfide globali, dal cambiamento climatico alla poverta’, dalle diseguaglianze economiche e la discriminazione sociale e di genere”. Lo ha detto la Vice Ministra degli Esteri, Marina Sereni, in un videomessaggio in occasione del 75esimo anniversario dell’Onu.

“75 anni fa la comunita’ internazionale si uni’ per proteggere le generazioni future dalla piaga della guerra dando vita alle Nazioni Unite. Da allora il ruolo e le azioni dell’Onu, nonostante alcuni inevitabili limiti, si sono dimostrati insostituibili facendo la differenza ogni giorno per milioni di persone in tutto il mondo”, ha detto la Sereni: “Oggi solo iniettando nuovo slancio nei nostri sforzi collettivi e multilaterali riusciremo a superare l’attuale emergenza e riprenderci meglio mantenendo gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 e l’Accordo di Parigi come fondamentali modelli di azione”.

“La stessa leadership, visione e volonta’ politica di allora sono necessarie oggi e l’Italia e’ pronta a fare la sua parte”, ha detto la Vice Ministra. Sereni ha ricordato a questo proposito l’impegno italiano nei confronti dell’Onu che si traduce concretamente nell’essere l’Italia tra i primi contributori al bilancio ordinario del Palazzo di Vetro e a quello del peacekeeping, a partecipare con truppe e forze di polizia alle missioni di pace, a sostenere le agenzie specializzate del sistema Onu e a lavorare per la difesa dei diritti umani.

La Carta delle Nazioni Unite fu adottata dalla Conferenza di San Francisco il 26 giugno 1945. “Porto’ regole e speranza in un mondo in rovina e noi oggi segniamo l’anniversario di quella pietra miliare mentre le pressioni
globali stanno aumentando”, ha detto il segretario generale
dell’Onu, Antonio Guterres, in un videomessaggio in occasione della ricorrenza.

Per celebrare l’anniversario oggi l’Assemblea Generale ha ospitato una riunione virtuale sul significato del documento: cosa simboleggiava 75 anni fa, ciò che rappresenta oggi e la sua rilevanza per i decenni a venire. La celebrazione della firma della Carta coinciderà con una dichiarazione da adottare formalmente nella Riunione ad Alto Livello di UN75 in programma il 21 settembre 2020. (@OnuItalia)