8 marzo: Italia torna nel board di UN Women

124

NEW YORK, 5 MARZO – Alla vigilia della Giornata internazionale della Donna, l’Italia torna nel Consiglio Esecutivo di UN Women. Ne da’ notizia la Rappresentanza Permanente italiana all’onu su Twitter.  “Siamo orgogliosi di rientrare nell’Executive Board in linea con la tradizionale partnership tra la delegazione all’Onu e l’organizzazione delle Nazioni Unite per per promuovere i diritti della donna in tutto il mondo”, si legge nel micro-messaggio della missione.

Con l’Italia i nuovi membri del Board di UN Women sono Andorra, Danimarca e Lussemburgo. La Giornata della Donna si celebra l’8 marzo e quest’anno il tema e’ Women in leadership: Achieving an equal future in a COVID-19 world”. Celebrera’ gli enormi sforzi fatti da donne e ragazze in tutto il mondo per dar orma a un futuro e a una ripresa dalla pandemia da COVID all’insegna di una maggiore uguaglianza, mettendo in luce i divari che ancora devono essere colmati.

Il Board Esecutivo di UN Women e composto da 41 membri: 10 stati afrocani, 10 asiatici, 4 dall’Europa dell’Est, 6 dall’America Latina e Caraibi, 5 dal gruppo Weog (Europa Occidentale e altri) e 6 dai paesi maggiori contributori. I membri servono usualmente tre anni, ma il gruppo Weog ha adottato un sistema di rotazione per cui il seggio nel board puo’ essere di durata inferiore al triennio.

Compito del Board e’ di dare guida al direttore esecutivo di Un Women, assicurare che le attivita dell’organizzazione siano in linea con gli indirizzi dati dall’Assemblea generale e dall’Ecosoc, approvare il piano strategico e altri programma, compresi quelli a livello di paese e decidere il budget. (@OnuItalia)