Afghanistan: Italia all’Onu, “ferma condanna attentati, ripartire col dialogo”

424

NEW YORK, 10 SETTEMBRE – L’Italia e’ intervenuta oggi al dibattito in Consiglio di Sicurezza sulla situazione in Afghanistan con una condanna ferma degli attentati terroristici che hanno colpito il Paese e la capitale Kabul nelle ultime settimane.

“La situazione rimane estremamente volatile, ma non dobbiamo dimenticare i progressi compiuti dai negoziati negli ultimi mesi”, ha detto un diplomatico della Rappresentanza italiana presso l’ONU: “Da questi sforzi bisogna ripartire per ripristinare la fiducia e riprendere il dialogo, dimostrando che il ciclo delle violenze puo’ essere spezzato e invertito. Per questo, occorre spirito di grande responsabilita’ e disposizione al dialogo da parte di tutti gli attori. In questo contesto, UNAMA resta un punto di riferimento per la stabilita’ e lo sviluppo dell’Afghanistan.”

L’Italia sostiene dunque ogni iniziativa diplomatica che possa facilitare l’avvio di un processo di riconciliazione a guida afghana, che preveda un ruolo di primo piano per le donne e assicuri che i loro diritti costituzionali e gli avanzamenti civili e sociali sin qui conseguiti vengano salvaguardati. Nel quadro della Missione Resolute Support, l’Italia continua ad assistere le Forze Nazionali di Sicurezza e Difesa Afghane nella lotta contro il terrorismo e l’estremismo violento, ha detto il rappresentante italiano evidenziando che le elezioni predenziali del 28 settembre dovranno essere credibili, trasparenti e inclusive e “rappresentano un’opportunita’ per riaffermare l’aspirazione alla pace condivisa da tutto il popolo afghano.” (@OnuItalia)