Al via a Ginevra il Forum Globale sui rifugiati; apre Guterres, per Italia Del Re presenta best practices

871

GINEVRA, 17 DICEMBRE – Si e’ aperto a Ginevra il primo Forum Globale sui Rifugiati, un evento che riunisce per tre giorni capi di Stato e di governo, leader delle Nazioni Unite, istituzioni internazionali, organizzazioni per lo sviluppo, leader dell’imprenditoria e rappresentanti della società civile.

Il Forum mondiale, organizzato dall’UNHCR e dalla Svizzera con Costa Rica, Etiopia, Germania, Pakistan e Turchia, vuole dar seguito al Global Compact on Refugees, adottato dalle Nazioni Unite nel dicembre 2018 con l’obiettivo di “trasformare il modo in cui la comunità internazionale risponde alle situazioni che vedono coinvolti i rifugiati”, afferma un comunicato dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). “Per secoli l’esperienza dell’esilio ha formato parte della nostra collettiva eredita’ umana. Ora pero’ la solidarieta’ ha un cammino indicato”, ha detto l’Alto Commissario per i rifugiati, Filippo Grandi.

“In un momento in cui il diritto di asilo è sotto attacco, in cui così tante frontiere e porte vengono chiuse ai rifugiati, quando persino i bambini rifugiati vengono detenuti e divisi dalle loro famiglie, dobbiamo riaffermare i diritti umani dei rifugiati”, ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres: “Ora più che mai abbiamo bisogno di cooperazione internazionale e di risposte pratiche ed efficaci. Ed è questo il motivo per cui siamo qui. Abbiamo bisogno di risposte migliori per coloro che fuggono e un aiuto migliore per le comunità e i paesi che li ricevono e li ospitano”.

Le giornate di lavoro prevedono sedute plenarie e tavoli tematici a sostegno dei rifugiati nei settori energia e infrastrutture, protezione, lavoro, istruzione. La delegazione italiana è guidata dall’On. Emanuela Claudia Del Re, a cui spetta il compito di presentare le buone prassi e gli impegni dell’Italia.

“Veniamo da un decennio segnato da esodi che ha visto aumentare drammaticamente il numero di rifugiati”, ha dichiarato l’Alto Commissario Onu per i rifugiati, Grandi: “Questo Forum – ha aggiunto – rappresenta un’opportunità per testimoniare il nostro impegno collettivo per implementare il Global Compact sui Rifugiati e supportare le aspirazioni degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals/SDG) a non lasciare indietro nessuno”.

L’UNHCR ricorda che sono oltre 70 milioni le persone in fuga da guerre, conflitti e persecuzioni in tutto il mondo. Di queste, oltre 25 milioni sono rifugiati, avendo varcato frontiere internazionali e non potendo fare ritorno nei propri Paesi. (@OnuItalia)