Model Onu: studenti italiani a New York ‘ambasciatori’ per una settimana

1505
Portoferraio

NEW YORK, 28 MARZO – Hanno sperimentato dal vivo qual è il ruolo degli ambasciatori delle Nazioni Unite e hanno vissuto a New York, parlando di diritto e diplomazia internazionale: sono gli studenti di due classi italiane provenienti da Augusta e da Portoferraio. Un’esperienza eccitante che ha coinvolto quattordici studenti studenti dell’Isis Foresi di Portoferraio e quindici dell’Istituto superiore Arangio Ruiz, di Augusta. I primi hanno partecipato al programma “Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite” grazie all’Italian Diplomatic Academy (IDA), un’istituzione specializzata in attività di formazione e ricerca di carattere internazionale. I secondi sono stati coinvolti nel progetto Nhsmun, (National high school model united nations), la più grande simulazione diplomatica del modello della Nazioni unite al mondo, organizzato dal dipartimento di Cultura generale delle Nazioni unite attraverso l’Imuna, l’International model United Nations association).

All’esperimento hanno preso parte 5000 studenti delle scuole superiori provenienti da oltre 75 paesi di tutti i continenti.
Gli studenti toscani dei diversi indirizzi liceali hanno seguito per 4 mesi con cadenza settimanale un corso di formazione, tenuto da docenti universitari italiani e stranieri provenienti dalle Università di Firenze, Siena, Pesaro, nell’Aula Magna dell’Istituto. C’è stata la preparazione alla simulazione dei meccanismi di funzionamento delle Nazioni Unite a New York che si è svolta dal 26 Febbraio al 6 Marzo. Una settimana prima di recarsi negli Stati Uniti, i ragazzi hanno svolto una simulazione dei lavori a Roma a Palazzo Montecitorio insieme a 150 studenti provenienti dall’Italia centrale e meridionale.Onu
A New York si sono incontrati con studenti provenienti da 136 Paesi del mondo per discutere e trovare delle soluzioni concrete e realistiche alle problematiche globali mediante una produttiva attività di confronto,dibattito e negoziazione che, come scopo finale, ha avuto la redazione di un documento ufficiale delle Nazioni Unite: una risoluzione che è stata sottoposta all’attenzione del Segretario ONU per approvazione e successiva diffusione a livello globale.

I liceali siciliani, durante le simulazioni giornaliere dei processi diplomatici multilaterali in apposite commissioni, hanno invece rappresentato lo stato del Lesotho, diventando portavoce degli interessi del paese africano, e confrontandosi anche nelle commissioni con studenti che studiano nei più prestigiosi istituti secondari di tutto il mondo.

Diventanti ambasciatori, gli alunni augustani hanno svolto le attività tipiche della diplomazia tenendo discorsi, preparando bozze di risoluzione, negoziato con alleati e avversari, risolto conflitti ed imparato a muoversi all’interno delle Committees, adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite. Tutto rigorosamente in inglese, ai partecipanti era infatti richiesta una buona conoscenza della lingua straniera e altre competenze specifiche acquisite dai ragazzi durante un percorso di formazione svolto in Italia. Alla fine dei lavori è stata redatta una risoluzione finale illustrata nella sala dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, dove si confrontano i leader più importanti.

(@novellatop, 28 marzo  2019)