Ambiente, Avaaz lancia nuova campagna di mobilitazione: ‘Il 2020 sarà anno cruciale’

681

ROMA, 27 DICEMBRE – La piattaforma di campagne collettive online Avaaz ha lanciato una raccolta firme e fondi dedicata all’ambiente, al termine di un anno nel quale di questo tema si è discusso molto. Avaaz scrive che 11mila scienziati hanno appena confermato che la rotta attuale del cambiamento climatico ci porterà a “sofferenze indicibili”, mentre l‘Onu annuncia che il collasso degli ecosistemi potrebbe spazzare via un milione di specie.

”Finora – è detto sulla piattaforma – abbiamo avuto tante “questioni ambientali” diverse, ma ora la questione è una sola, un’unica grande lotta. Per la vita stessa. Noi non siamo estranei alla natura, noi siamo natura, e in questa lotta possiamo trovare la nostra vera essenza: non un virus che infesta il Pianeta, ma una specie che ne protegge la vita… Milioni di noi si sono schierati con le campagne di Avaaz per un mondo pulito al 100% e per il piano “50/50″ — una proposta rivoluzionaria per proteggere metà del Pianeta e salvare la natura. Ma per vincere, dobbiamo unire queste due grandi campagne in un unico, grande, movimento globale per la vita sulla Terra”.

Per Avaaz il 2020 è l’anno per farlo, perchè sono previsti  due appuntamenti cruciali in Cina e nel Regno Unito, che dovranno decidere se dare priorità assoluta alla protezione della natura e al taglio delle emissioni inquinanti. Gli effetti catastrofici del cambiamento climatico potrebbero distruggere la vita sulla Terra. Ma la miglior difesa è proprio la protezione della vita stessa, le vaste e rigogliose foreste e le distese erbose che trasformano le emissioni in acqua e ossigeno. Invece negli ultimi 50 anni abbiamo già perso il 60% di mammiferi, uccelli, pesci e rettili. Avaaz invita quindi a scendere di nuovo in piazza, ad esserci per ogni evento chiave, sempre più numerosi.