Beirut: nuovi aiuti da Italia in partenza da Pisa; vittime anche tra i rifugiati

272
UNIFIL

ROMA, 11 AGOSTO – Decollerà domani alle ore 9 da Pisa un aereo dell’aeronautica militare che atterrerà a Beirut con aiuti donati dalla Cooperazione italiana per la popolazione libanese vittima dell’esplosione che ha colpito Beirut martedì scorso. Ne da’ notizia la Farnesina.

Si tratta di kit di pronto intervento e di materiale igienico sanitario che verrà consegnato alle autorità libanesi dall’Ambasciatrice italiana a Beirut, Nicoletta Bombardiere.

L’operazione di domani si aggiunge a quelle promosse dall’Italia nel quadro del Meccanismo Europeo di Protezione Civile e ai contributi assicurati alla Croce Rossa Internazionale, alla Mezzaluna Rossa e alle Nazioni Unite.

L’Italia – afferma la Farnesina – è pronta a sostenere il Libano in questo difficile momento e continuerà a compiere ogni possibile sforzo per l’unità e la stabilità del Paese anche attraverso il perdurante impegno in UNIFIL e sul piano bilaterale a sostegno delle Forze armate e di sicurezza libanesi.

Si e’ appreso intanto che tra gli oltre 220 morti nell’esplosione del 4 agosto c’erano almeno 34 rifugiati. “I nostri team sul campo stanno ancora verificando le segnalazioni”, precisa in una nota dell’UNHCR da Ginevra – “Sette rifugiati sono ancora dispersi, mentre altri 124 sono rimasti feriti
nell’esplosione, di cui 20 gravemente”. (@OnuItalia)