Bozkir: riforma Cds interesse centrale Onu, ma sia rappresentativo e responsabile

69

NEW YORK, 7 MAGGIO – Parlando oggi in Consiglio di Sicurezza, il presidente dell’Assemblea Generale, Volkan Bozkir, ha toccato brevemente la questione della riforma del Consiglio. “E’ un interesse centrale degli Stati membri dell’ONU. È un interesse centrale delle stesse Nazioni Unite, perche’ va al cuore della sua legittimità. Abbiamo bisogno di un Consiglio più rappresentativo, responsabile e trasparente”, ha detto Bozkir, notando la peculiarita’ del suo intervento in Consiglio di Sicurezza in veste di presidente dell’Assemblea, “l’organo più democratico del sistema delle Nazioni Unite”.

Bozkir ha parlato durante un dibattito tematico ad alto livello convocato per celebrare la Giornata Internazionale del Multilateralismo e della Diplomazia per la Pace. Nel raro discorso di un presidente dell’Assemblea generale in Consiglio di sicurezza, l’ex ministro per gli affari europei della Turchia ha sottolineato che un multilateralismo forte ed efficace, basato sugli scopi e sui principi della Carta delle Nazioni Unite, sul diritto internazionale e sulla giustizia, sono le basi per la sicurezza, la stabilità, la pace e la prosperità globale.

Notando che, lo scorso settembre, i leader mondiali hanno affermato che “il multilateralismo non è un’opzione, ma una necessità”, Bozkir ha detto che “non c’è alternativa al nostro sistema attuale – ed è nostro dovere perfezionarlo e aggiornarlo”. Ha aggiunto poi che, “giusto o sbagliato, per milioni di persone in tutto il mondo, il Consiglio di Sicurezza è il volto e l’incarnazione delle Nazioni Unite. Il suo successo o fallimento nel realizzare il suo mandato è visto come il successo o il fallimento dell’ONU. In molte occasioni, il Consiglio è stato diviso e incapace di essere all’altezza della sfida. Nella maggior parte di questi casi, la ragione del fallimento sono state le differenze tra i suoi membri, in particolare i membri permanenti.” (@OnuItalia)