Citta’ creative a Fabriano: Mattarella, Italia sostiene convinta attività UNESCO

676

FABRIANO, 12 GIUGNO – L’Italia “sostiene con grande convinzione”, l’attività dell’Unesco, di cui “riconosce la grande importanza”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo all’apertura della 13/a edizione del Forum delle città creative dell’Unesco a Fabriano, una iniziativa che “si inserisce nell’ambito e nel solco dell’Agenda 2030 dell’Onu: i suoi numerosi obiettivi sono tutti obiettivi cui la cultura non soltanto non è estranea ma è elemento indispensabile per il loro perseguimento”.

Nella nostra società, “dobbiamo partire dalla cultura: il confronto culturale, il dialogo culturale, lo scambio culturale, costituiscono un mutuo arricchimento per tutti e per ciascuno nella comunità internazionale”, ha detto Mattarella secondo cui quella dell’Onu “è una presenza e un ruolo proiettato sul futuro sia attraverso la preziosa opera di salvaguardia e tutela di quel che abbiamo ricevuto nel mondo, la natura, nei secoli passati, sia attraverso la progettazione della qualità della vita per il futuro nelle città e nel contesto della comunità internazionale”.

Mattarella ha partecipato a Fabriano alla cerimonia di apertura del Forum con il  ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli e il vice direttore dell’Unesco, Xing Qu che ha ricordato il ruolo della cultura come strumento di pace e di sviluppo sostenibile. Per Bonisoli la cultura oggi puo’ essere veramente democratica: “I costi di accesso sono bassi ma i ritorni enormi. Dobbiamo sforzarci di offrire il massimo elle opportunità’ e dele scelte”, ma detto il ministro mentre Franco Bernabè, presidente della Commissione Italiana UNESCO, ha dato il benvenuto ai delegati osservando che “l’Italia e’ un pilastro delle Nazioni Unite e del multilateralismo e uno dei principali attori delle attività’ UNESCO”. (@OnuItalia)