Clima: Costa e Guterres ai giovani, “partecipate alla Pre-COP26”

157

ROMA/NEW YORK, 18 NOVEMBRE – Dall’Italia che organizza la Pre-COP 26 e dalle Nazioni Unite fortemente impegnate sul fronte della difesa del clima e’ arrivato oggi un appello ai giovani: “Partecipate ai negoziati”.

“Combattere il cambiamento climatico e ridurre le emissioni è il grande impegno che abbiamo preso. Non solo l’Italia, ma anche l’Unione Europea crede nell’Accordo di Parigi”, ha detto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, intervenendo al confronto via web con i giovani collegati da tutto il mondo per discutere sui cambiamenti climatici.

L’evento è stato organizzato dal ministero dell’Ambiente, in collaborazione con Connect4Climate-World Bank Group e con
l’Ufficio dell’Inviata Speciale delle Nazioni Unite per i Giovani, inserito nell’ambito del ciclo di incontri Youth4Climate, il percorso preparatorio alla Pre-COP26 del 2021 attraverso cui i giovani sono chiamati ad apportare il proprio contributo alla Conferenza delle Parti (COP26) della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC).

“Come co-organizzatori della Cop 26 di novembre 2021 – ha
aggiunto il ministro – vogliamo coinvolgere i giovani nel negoziato di questo processo e a tale scopo abbiamo organizzato un summit a loro dedicato, prima
della Cop”. La Climate Youth Cop si terrà a fine settembre a
Milano e Costa si aspetta la partecipazione di circa 400 giovani. Sara’ “un evento chiave, al cui termine chiederemo ai
partecipanti una dichiarazione di intenti, contenente le
richieste e le proposte maturate attraverso questo percorso”, ha detto il Ministro dell’Ambiente.

Un percorso condiviso dal Segretario Generale dell’Onu
Antonio Guterres, che nell’ambito del webinar ha rivolto un
appello ai partecipanti: “Soltanto grazie alla partecipazione di
giovani attivisti come voi possiamo raggiungere l’obiettivo di
zero emissioni entro il 2050”. Entro l’inizio del 2021, i Paesi
che rappresentano oltre il 65% delle emissioni e oltre il 70%
dell’economia mondiale avranno assunto impegni ambiziosi per la neutralità del carbonio. “Questo dato – ha detto Guterres – invia un segnale deciso ai mercati, agli investitori
istituzionali: l’uso del carbone è in calo mentre cresce
l’energia rinnovabile. Adesso abbiamo bisogno della vostra
passione, delle vostre idee e della vostra determinazione per
garantire che questo percorso venga portato a termine”. (@OnuItalia)